Utente 416XXX
Un saluto a tutti.
Espongo il mio problema e spero di essere abbastanza chiaro.
Per diversi motivi alla mia età non ho ancora avuto rapporti completi. Con la mia attuale ragazza in questi giorni abbiamo provato diverse volte ad avere un rapporto. Il risultato è stato secondo me alquanto tragico.
1) Mancanza di una erezione completa che invece da solo di solito c'è.
2) Conferma di una forse ipersensibilità al glande che non mi provoca dolore ma comunque delle forti senzazioni seguite da una eiaculazione precoce sia con il sesso orale che con la masturbazione manuale. Questa maggiore sensibilità del glande l'ho notata se non ricordo male da 2 o 3 mesi ma la ritenevo legata ad altri motivi e quindi non ho mai pensato potesse essere un problema.
Una precisasione : la sensibilità sopra descritta la noto solo nei momenti di intimità e non invece quando mi lavo mentre faccio la doccia.
Sono cosciente di vivere la mia verginità con uno stato d'animo diciamo di disagio legato alla mia età per non aver vissuto queste esperienze quando ero + ragazzo.
Spero di ricevere il vostro aiuto e i vosti consigli e resto a Vs disposizione nel caso in cui abbiate bisogno di ulteriori chiarimenti.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
le consiglio una consulenza presso un medico esperto in psicosessuologia.


Cordialmente.


Stefano Garbolino
[#2] dopo  
Dr. Domenico Battaglia
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
non credo proprio lei abbia bisogno di uno psico sessuologo, è naturale che lei stia vivendo le stesse "frustrazioni" che possono accadere ad un adolescente, con la differenza di essere un adulto. partendo da questo assunto non si scoraggi riprovi ad avere rapporti sessuali sapendo che la sensibilità ed il coinvolgimento emotivo (adrenalina) haano un ruolo in negativo sul rapporto sessuale cerchi di essere il più rilassato possibile e se dovesse risuccedere cercate insieme di sdrammatizzare la cosa. se ci sono situazioni di frenulo breve o fimosi si faccia visitare da un urologo
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

esistono situazioni in cui una particolare ipersensibilità del glande può creare importanti problemi di erezione.
prima di considerarsi "malato" provi ad avere con la sua ragazza dei rapporti di "petting" con stimolazioni manuali od orali del suo pene senza prefiggersi la penatrazione.
quando avrà sperimentato la possibilità di toccare e carezzare il glande senza rilevanti "fastidi" provi qualche tentativo di penetrazione
cari saluti
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
sarei in parte, ma solo in parte d'accordo con quanto sostenuto dal Collega POZZA nella sua risposta. Il fatto che Lei stia vivendo un approccio direi quasi di tipo adolescenziale all'aspetto penetrativo dell'atto sessuale non dovrebbe essere fonte di rassicurazioni ma semmai il contrario... ed ecco quindi il giusto approccio specilaistico sostenuto dal Collega GARBOLINO.
Tenga presenti i due lati della stessa medaglia.
Ci tenga informati.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO