Utente 117XXX
circa 15 anni fa si è rotto lo scafoide polso sx. ingessato ...tutto bene benissimo mai un problema. qualche mese fa avverto male prima al pollice poi al polso e poi ( adesso) al palmo della manodx.provato ultrasuoni e laser a scansione co2 : risultto nn provati fans e pomate e cerotti vari risultati nn preciso che la mobilita c'è tutta ed anche la sensibilita , ma fa male anche solo sollevare un oggetto che pesi solo 1 kg, fatico ad aprire una bottiglia (nel senso che avverto un dolore , la forza c'è ma è limitata dal dolore ). rx negativa anche per artrosi. ecografia:"non alterazioni nervo mediano nervo ulnare senza alterazioni strutturali nè lesioni focali. in esiti di frattura scafoide si apprezza verosimile lesione legamento scafo-ulnato co micro lamelle calcifiche proiettantesi tra scafoide e semilunare. non versamento né alterazioni tendini flessori. reperti riferibili a microinstabilita del carpo".RM: pluriframmentazione fibrocartilagine triangolare su base traumatica. cisti semplice in prossimita dello scafoide. nmon alterazioni tendini flessori ed estensori.chiedo: possiamo yentare altre terapie prima di rivolgerci al chirurgo? grazie.
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività +40
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prima di tentare altre terapie bisogna fare la diagnosi: senza aver capito bene qual è la causa del dolore qualsiasi cura sarebbe un tentativo a casaccio. Questo vale per le terapie (quali? perché) e per un ipotetico intervento (quale? per correggere cosa?):
Gli elementi che riporta impongono una visita presso un ortopedico esperto in patologie della mano. A Roma ha solo l'imbarazzo della scelta: può rivolgersi alle UO di Chirurgia della Mano del Gemelli http://www.policlinicogemelli.it/rep/?o=r&id_reparto=466 ;della Cattolica, del Pertini ,del San Camillo, del CTO.
Cordiali saluti