Utente 175XXX
Salve, mio fratello di anni 46, lavora da circa 9 anni presso un'Ente di un famoso gruppo petrolifero, nell'agosto del 2009 gli è stato diagnosticato un carcinoma alla prostata, attualmente ha anche metastasi alle ossa e lesioni ai polmoni ed ha cominciato a fare la chemiotrapia. La mia domanda è: può richiedere la pensione di invalidità e contemporaneamente, quando la salute glielo permetterà, continuare a lavorare e quindi riservando il posto di lavoro?; è in malattia da agosto di quest'anno. Grazie delle risposte che mi darete. Distinti saluti



[#1] dopo  
169091

Cancellato nel 2013
Gentile utente,
le problematiche da lei riportate (pensione di invalidità e conservazione del posto di lavoro) sono normate da due filoni disciplinari distinti per cui l'uno non influisce sull'altro.
Non sono in grado, tuttavia, di fornire una risposta in merito al suo quesito in quanto andrebbero tenuti presenti svariati elementi quali tipologia del contratto di lavoro, periodo di comporto, eventuali mansioni disponibili compatibili con le condizioni cliniche del lavoratore, etc.
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Golia
28% attività
8% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Le suggerisco di presentare la domanda d'inabilità alla sua Cassa pensionistica (dovrebbe essere l'INPS) in modo da essere giudicato inabile al lavoro e pertanto potrà andare in pensione anticipata per motivi di salute. Vada ad un Patronato per presentare la domanda.