Utente 175XXX
IN SEGUITO AD ESAME DI ANGIOGRAFIA RETINICA HO AVUTO RECENTEMENTE LA SEGUENTE CONCLUSIONE DIAGNOSTICA: OD TROMBOSI DELLA VENA TEMPORALE SUPERIORE.

IN UNA SUCCESSIVA TOMOGRAFIA OTTICA A COERENZA (OCT)HO AVUTO IL SEGUENTE ESITO: OD OVBR; OD:LA TOMOGRAFIA EVIDENZIA UN EDEMA MACULARE CISTICO; OS: LA TOMOGRAFIA EVIDENZIA UNA REGIONE MACULARE NORMALE DI NORMALE MORFOLOGIA E SPESSORE.

GLI ESITI DI TUTTI I TENTATIVI DI CURA A CUI MI SONO SOTTOPOSTO FINO AD ORA HANNO DATO UN ESITO SEMPRE MOLTO CAUTO E IN ALCUNI CASI VERAMENTE SCONFORTANTE RISPETTO ALLA POSSIBILITA' DI ELIMINARE IL PROBLEMA O ANCHE SOLO AFFRONTARLO CON QUALCHE POSSIBILITA' DI MIGLIORAMENTO.
IN ALCUNI CASI CON CONSIDERAZIONI RELATIVE ALLA IRREVERSIBILITA' DEL PROCESSO MACULARE E ALLA SUA IMPOSSIBILITA' DI TRATTAMENTO CON ESITO POSITIVO.

IL CHE' OVVIAMENTE PROVOCA IN ME UN PROFONDO STATO DI SCONFORTO E PROSTRAZIONE PSICOLOGICA.

E' IN EFFETTI COSI' DIFFICOLTOSO RIMEDIARE A QUESTO TIPO DI PATOLOGIA E PORRE RIMEDIO ALLA RIDUZIONE DELLA ACUITA' VISIVA CHE DERIVA DALLO STATO TROMBOTICO?

GRAZIE A CHIUNQUE POTRA' DARMI INDICAZIONI UTILI IN TAL SENSO.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Da alcuni anni, stiamo utilizzando con successo dei farmaci, gli antivegf, che vengono iniettati all'interno del bulbo oculare in dosi minime e che, se usati tempestivamente, consentono una soddisfacente e rapida regressione degli edemi maculari.

Non so se Le hanno già praticato tali terapie, che comunque non possono essere proposte in maniera generalizzata. Nel caso, ne parli con il Suo oculista di fiducia.

In bocca al lupo!