Utente 175XXX
Buongiorno,
mi presento: 32 anni, altezza 1.60, peso 65 kg, fumatrice (circa 10 sigarette al giorno ma vorrei assolutamente smettere), ho preso la pillola contraccettiva per 10 anni (minulet) pressione solitamente bassa 70-100, soffio al cuore (dopo un'ecocardiogramma mi hanno detto che è un fisiologico riflusso)
mamma 73 anni diabetica e trigliceridi alti sotto terapia e con mutazione mthf - ha avuto una trombosi ad una vena della gamba - , papà morto nel 1980 a 47 anni per infarto.
Ecco i miei esami del sangue (ormai si attestano su questi valori da circa 5 anni)

COLESTEROLO TOTALE 150
COLESTEROLO HDL 30
TRIGLICERIDI 494 (sotto terapia di bezalip un giorno sì e uno no)
OMOCISTEINA 11.8 (Sotto terapia di prefolic perchè gli esami precedenti avevano un valore di 23)
S-AST GOT 27
S-ALT GPT 27
S-GAMMA GT 22

1) Siccome vorrei intraprendere una gravidanza e vorrei essere serena, vorrei sapere che tipo di esami più specifici potrei fare per verificare il mio rischio cardiovascolare e controllare se al momento è tutto a posto. (la mia dottoressa mi ha detto che al momento non c'è n'è bisogno e che quello che posso rischiare con i trigliceridi così alti è una pancreatite)
2) i trigliceridi così alti possono "chiudere" le arterie?
3) in gravidanza so che spesso i trigliceridi si alzano, ci sono rischi per il bambino e li posso "trasmettere" anche a lui?
4) lo so che la prima cosa che devo fare è smettere di fumare e me lo ripeto tutti i giorni

Vorrei avere una sua opinione generale per consigliarmi come procedere.
grazie in anticipo



[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
1) visto il profilo di rischio superiore alla norma, a completamento diagnostico può praticare un test da sforzo ed una valutazione ecocolordoppler dei tronchi sovraaortici;
2) l'ipetrigliceridemia è senz'altro un fattore di rischio per l'aterosclerosi, ma è anche abbastanza agevole controllarla con la dieta ed i farmaci adeguati;
3) nel terzo trimestre di gravidanza è fisiologico un aumento, anche notevole della trigliceridemia senza che questo rappresenti un rischio per il feto;
4) ha perfettamente ragione: lei DEVE smettere di fumare!

Infine, mi permetto di esprimere le mie perplessità sullo schema posologico della terapia con fibrati: l'assunzione a giorni alterni ha davvero scarsa razionalità, e riduce di parecchio l'efficacia della terapia in termini di prevenzione cardiovascolare (anche se si può ottenere un discreto risultato "numerico" sui valori della trigliceridemia).

Cordiali saluti