Utente 175XXX
Buongiorno,
mi presento: 32 anni, altezza 1.60, peso 65 kg, fumatrice (circa 10 sigarette al giorno ma vorrei assolutamente smettere), ho preso la pillola contraccettiva per 10 anni (minulet) pressione solitamente bassa 70-100, soffio al cuore (dopo un'ecocardiogramma mi hanno detto che è un fisiologico riflusso)
mamma 73 anni diabetica e trigliceridi alti sotto terapia e con mutazione mthf - ha avuto una trombosi ad una vena della gamba - , papà morto nel 1980 a 47 anni per infarto.
Ecco i miei esami del sangue (ormai si attestano su questi valori da circa 5 anni)

COLESTEROLO TOTALE 150
COLESTEROLO HDL 30
TRIGLICERIDI 494 (sotto terapia di bezalip un giorno sì e uno no)
OMOCISTEINA 11.8 (Sotto terapia di prefolic perchè gli esami precedenti avevano un valore di 23)
S-AST GOT 27
S-ALT GPT 27
S-GAMMA GT 22

1) Siccome vorrei intraprendere una gravidanza e vorrei essere serena, vorrei sapere che tipo di esami più specifici potrei fare per verificare il mio rischio cardiovascolare e controllare se al momento è tutto a posto. (la mia dottoressa mi ha detto che al momento non c'è n'è bisogno e che quello che posso rischiare con i trigliceridi così alti è una pancreatite)
2) i trigliceridi così alti possono "chiudere" le arterie?
3) in gravidanza so che spesso i trigliceridi si alzano, ci sono rischi per il bambino e li posso "trasmettere" anche a lui?
4) lo so che la prima cosa che devo fare è smettere di fumare e me lo ripeto tutti i giorni

Vorrei avere una sua opinione generale per consigliarmi come procedere.
grazie in anticipo



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
1) visto il profilo di rischio superiore alla norma, a completamento diagnostico può praticare un test da sforzo ed una valutazione ecocolordoppler dei tronchi sovraaortici;
2) l'ipetrigliceridemia è senz'altro un fattore di rischio per l'aterosclerosi, ma è anche abbastanza agevole controllarla con la dieta ed i farmaci adeguati;
3) nel terzo trimestre di gravidanza è fisiologico un aumento, anche notevole della trigliceridemia senza che questo rappresenti un rischio per il feto;
4) ha perfettamente ragione: lei DEVE smettere di fumare!

Infine, mi permetto di esprimere le mie perplessità sullo schema posologico della terapia con fibrati: l'assunzione a giorni alterni ha davvero scarsa razionalità, e riduce di parecchio l'efficacia della terapia in termini di prevenzione cardiovascolare (anche se si può ottenere un discreto risultato "numerico" sui valori della trigliceridemia).

Cordiali saluti