Utente 172XXX
Buonasera,

chiedo dei consulti per conto di un familiare maschio di 17 anni alto 175cm peso 65-68kg.

Praticamente dal giorno 26/08/2010 ogni tanto avvertiva qualche lieve dolore/fitta (non fastidioso da piegarsi per intenderci)nella parte del basso ventre dx (si presume zona appendice/basso ventre dx o linguinale dx). (probabilmente a causa che in 2-3 giorni mangiò 4 craphen con crema al giorno; tuttora non ha una buona alimentazione, perchè si ciba spesso di hamburger, wurstel, bistecche di carpaccio, polpette e poca frutta/verdura)

Il lieve dolore (possiamo dire più simile ad un piccolo fastidio) va e viene, dopo essere scomparso all'incirca un paio di gg. dopo, si è ripresentato poi qualche ora per poi svanire, e per l'ultima volta ieri e ora.

non è un lieve dolore "fisso", sono diciamo delle lievi "fitte/dolori" che possono durare qualche secondo/minuto per poi svanire o ritornare, ma si presume nulla di grave.


Il "dolore" scomparve per un pò per poi ripresentarsi dal giorno 8/09/2010.

Tuttora questo lieve (possiamo dire anche "insignificante") dolorino c'è ancora, e dall'8/09 non ha fatto 1gg. senza, ogni tanto si ripresentava,ecc...


Più che altro, tra ieri e oggi non si capiva molto se quel "fastidio" era più nella zona del basso ventre dx, o "all'inizio" della gamba dx.

è capitato che per qualche secondo avesse qualche dolorino nella zona dell'ombelico.



Toccando (anche forte) non si avverte alcun dolore, nemmeno irrigidendo i muscoli della pancia (per intenderci sforzi simili a quando si defeca).


Gli capita spesso che la defecazione sia "accompagnata" da muco, e che a volte quando sta per defecare "non esce niente" ma solo del muco.


In questi giorni non ha mai avuto nausea, febbre, vomito, stitichezza, diarrea o gonfiore addominale...
gli capita qualche volta di avere qualche dolorino alla parte dx in alto del pube (vicino "all'attaccatura" del pene), ma poi comunque scompare...


so che per avere un quadro completo della situazione, la cosa migliore è andare dal dottore;


non è che potrebbe darci "su 2 piedi" dei chiarimenti a riguardo su cosa potrebbe essere per favore?


Grazie,

Cordiali Saluti


Ps: non so se può centrare; ma diciamo che a volte gli capita di avere dei crampi alla pianta del piede, qualche gg. fa ha avuto un paio di fitte nella zona del cuore (è da diversi anni che non capitava), e un paio di volte gli è capitato che mettendo dei guanti in gomma e un giorno anche senza metterli di sentire prurito alle mani per poi vedere che parte della mano era arrossata con sopra l'effetto di 6-7 punture di zanzara circa per mano.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Una soluzione "su due piedi" equivarrebbe ad indovinare, e obbiettivamente su questa materia sarebbe un comportamento davvero poco serio da parte nostra. Se poi aggiunge il fatto che questo suo parente noi non abbiamo potuto visitarlo, e che del suo caso non abbiamo nemmeno un racconto diretto ma addirittura soltanto delle notizie riportate, mi verrebbe da dire che l'impresa diventa impossibile.
Le ipotesi vanno dall'appendicopatia all'ernia inguinale, dalla Sindrome del Colon Irritabile ad altre patologie a carico dell'intestino, senza peraltro poter nemmeno escludere quanto non nominato. Credo che la situazione descritta sia troppo vaga per poterle dire altro: ci vuole una visita medica, come effettivamente riconosce anche lei, che quanto meno indirizzi il ragazzo verso gli accertamenti piu' utili al fine di arrivare alla reale diagnosi e, se necessario, a poter impostare le contromisure appropriate.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dr. Spina per la Sua risposta.


oggi da quando si è svegliato, nell'arco di 1h è andato in bagno a defecare normalmente 5-6volte, ma come le dicevo, fortunatamente niente dolore.


..leggendo su internet c'era "un test ridicolo" che diceva di "saltare forte" e se si avvertiva dolore ci poteva essere dolore.

Ecco, lui ha provato, ma fortunatamente nessun dolore!


Nella gamba dx però è come se ci fosse "un sotto-fondo" di "informicolamento"...


se fosse appendicopatia, almeno, leggendo su internet, dovrebbe avere dei dolori più forti anche premendo tutte le parti della pancia, ma anche qui, fortunatamente nessun dolore "particolare"..

per l'ernia inguinale dovrebbero esserci dei gonfiori, ma guardando bene, per fortuna non ce ne sono...



è la 1° volta che gli capita questo; da piccolo ricordo che ebbe la mononucleosi, e aveva problemi nel muovere le gambe (se non ricordo male)




Non è che ha altre idee su cosa potrebbe essere?

magari "un normale cambio di stagione"?


Posso fidarmi ad aspettare ancora 1 settimana ad andare dal dottore, o meglio andare in questa a suo parere?
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Sospendo il mio giudizio sul test da lei indicato, perche' non ne conosco l'utilita'. Per il resto e' ovvio che prima suo figlio andra' dal Medico e meglio sara', pero' non credo proprio che non possa aspettare la prossima settimana...
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio nuovamente per la risposta;


praticamente sono già 26 giorni ininterrotti che ha questo lievissimo "insignificante" fastidio, che spesso è leggerissimo, e può capitare "quella volta" che magari il dolore da quasi nullo diventi giusto un qualcosina di più per poi tornare come prima o svanire..

diciamo che questo fastidio che avverte va e viene, magari scompare anche per 1 ora ma poi ritorna...


allora posso aspettare tranquillamente la settimana prossima per vedere come va?



Non è che ha da consigliarci qualche "test" così giusto per farlo in casa, anche se ovviamente è necessario avere un controllo dal Medico di fiducia?


Dati questi sintomi, "su 2 piedi" ha altre idee su cosa potrebbe essere?



Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Lasci stare i test "fai da te": meglio affidare suo figlio ad un Medico, anche se fra una settimana. Del resto, se e' quasi un mese che ha questi disturbi non credo che qualche altro giorno possa risultare fatale...
Cordiali slauti
[#6] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
ok;

ieri sera ha avuto dei nuovi dolorini;
sta volta si tratta del testicolo sx e che per circa 5min colpì anche la zona del basso ventre sx...

poi il dolorino è scomparso, ed è ritornato più lieve (sempre al testicolo sx)...ha fatto tutta ieri sera ad andare e venire (scompariva ogni tot.)...

questa mattina presto ancora (sempre lieve), dice che comunque palpando lo scroto non avverte dolori, nemmeno irrigidendo la pancia...

dalle h. 9.30 di sta mattina tutto si è regolarizzato... c'è solo un minimo fastidio nel testicolo dx e a volte va a quello dx, poi scompare..
poi diciamo che avverte anche un lievissimo fastidio all'inizio della gamba dx...



I lievissimi dolori ai testicoli, non è che sono causati dal fatto che in quest'età (17 anni, tra poco 18) si stiano "assestando" o che?


non è che ha altri suggerimenti da dare dati questi altri sintomi?
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non c'entra nessun assestamento: il ragazzo deve farsi visitare dal suo Medico. Magari si tratta di pubalgia ma, finche' non lo sappiamo con certezza, dire una cosa del genere equivale a tirare ad indovinare.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio nuovamente Dr. Spina per la sua pronta risposta;


ad ogni modo (sempre che lei sia daccordo) lo farei andare dal medico di famiglia martedì prossimo (così vediamo come si mette la situazione), cosa ne pensa?
...o forse è meglio che lo manda direttamente domani?



la sua paura è che andando dal medico, per fargli i dovuti controlli non si metta solo a toccare la pancia o l'inguine, ma che magari arrivi al toccare il pene o i testicoli per verificare che il tutto sia ok... lui si imbarazzerebbe di sicuro, e sarebbe peggio ancora se "dall'emozione" avesse un'erezione...

lei cosa ne pensa?


Cordiali Saluti



Ps: ora dice che il lievissimo dolore ora pare nullo sui testicoli, ma una cosa leggerissima nella zona del testicolo dx, e non si capisce bene, ma dice di avere ancora un "sotto-fondo" di informicolio all'inizio della gamba dx..

dimenticavo di dirle che non pratica sport da ormai 6-7 anni, ma va spesso in bicicletta
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ritengo che questo ragazzo (suo figlio?) un po' di imbarazzo dovra' pur vincerlo... Come pensa che il Medico possa visitare la regione senza farlo spogliare? Per procura? Si ricordi che il ragazzo avra' di fronte un Professionista, non va mica ad un incontro amoroso...
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
è mio fratello;


concordo pienamente sulla sua osservazione..


..ma nel caso mentre il medico (dott. sa) provvederà a visitarlo, quando andrà a toccare i testicoli o il pene, è normale che abbia un'erezione? (dice di aver paura di fare una brutta figura...)..

ha dei consigli da darci per fargli superare questo imbarazzo?


a suo parere, comunque, ci si può fidare ad aspettare a mandarlo dal medico, mandandolo per esempio martedì o giovedì prossimo o meglio mandarlo entro venerdì questo?
[#11] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Un giorno vale l'altro. Non credo che possa avere un'erezione, perche' non scattano i meccanismi mentali che la provocano. Ma se anche fosse... beh, si faranno una bella risata!
Cordiali saluti
[#12] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
ok;
di nuovo grazie Dr. Spina!


...il dolor al basso ventre dx è come dire, "scomparso", e quando ricompare è praticamente nullo!



...in merito al dolorino nella zona del testicolo sx...
...se fosse la varicocele?

..leggevo qui:
http://www.forumsalute.it/community/forum_57_apparato_urinario/thrd_80935_fastidio_piu_che_dolore_ai_testicoli_1.html


..lui al testico sx avverte solo un lieve fastidio, che a volte aumenta leggermente, e gli capita ogni tanto di avvertire più calore nella parte dello scroto sx...

leggendo quello ci siamo maggiormente preoccupati..

..e se fosse quella?...è obbligatorio venire operati?
"come funziona"?


questo fastidio al testicolo sx, può passare in qualche giorno oppure è molto probabile che ritorni?

Nel caso della varicocele, quale potrebbe essere la causa?


Cordiali Saluti
[#13] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Per capire "come funziona" la diagnostica e le terapie per un eventuale varicocele puo' leggere questo mio articolo http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-generale/87-varicocele.html
Cordiali saluti
[#14] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Di nuovo grazie r. Spina per la sua risposta;


a questo punto andrà dal medico martedì 12/10.



Può fidarsi ad andare in giro in bicicletta oppure meglio che vada a piedi e/o in macchina?



a suo parere dati quei sintomi potrebbe essere la varicocele?

è obbligatorio operare?


Cordiali Saluti
[#15] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Come le ho detto sull'articolo trova tutto. Comunque i sintomi del varicocele sono: sensazione di pesantezza a livello scrotale, fastidio, a volte dolore, ma non e' infrequente il varicocele asintomatico. Se la diagnosi venisse confermata e' consigliabile operare, soprattutto i pazienti giovani, al fine di evitare danni agli spermatozoi che, a lungo andare, possono provocare persino sterilita'.
Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
ok;
lui dice di non avere sensazioni di pesantezza a livello scrotale, o forse è lui che non capisce di sentire pesantezza o meno a causa del fastidio e a volte lievissimo dolore...

..ieri sera gli è capitato che camminando avesse come delle fitte che non si capiva se partissero dall'inizio della gamba per finire al livello del testicolo sx, o "in cima" alla gamba sx...

...oggi ancora quel fastidio, un pò al testicolo dx e un pò a quello sx, anche se a volte il fastidio rimane più tempo sul testicolo sx, ma a volte passa anche 30min. o diverse ore senza alcun fastidio!

..mercoledì 6/10 aveva ogni tanto sensazioni di maggior calore al testicolo sx, i questi 2gg. pare essersi "calmato" ma il fastidio rimane, e ogni tanto arriva un lievissimo dolore...


..come le dicevo, non ha dolori palpando i testicoli, nemmeno mentre urina o quando ha erezioni.


"su 2 piedi" direbbe quindi che si tratta di varicocele o potrebbe essere altro?


nel caso (si spera di no, ovviamente) venisse confermata la varicocele, senza ricorrere all'operazione, non si può curare con dei medicinali o in altri metodi?
se, nel caso, non si operasse questo fastidio rimarrà per sempre?

lui vorrebbe aspettare ancora un pò per andare dal medico, ma per far sì che la cosa non si complichi troppo, a suo parere quanti gg. si possono attendere ancora tranquillamente prima di andare dal medico?


Mi scusi per le molte domande, ma ci sono spesso dei dubbi;


nel frattempo la ringrazio nuovamente,


Cordiali Saluti
[#17] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Come gia' ho avuto modo di dirle, per noi e' gia' molto difficile fornire pareri senza visitare il paziente, figuriamoci poi se le notizie non sono di prima mano ma addirittura riportate da un'altra persona, come nel vostro caso! Non succedera' niente fino a martedi', pero' se c'e' un varicocele bisognera' correggerlo prima o poi (ma meglio prima...). Del resto se ha letto l'articolo si sara' resa conto che non ci sono farmaci da utilizzare: e' una disfunzione che puo' essere risolta soltanto con una precisa manovra meccanica, cioe' con la legatura della vena spermatica ectasica.
Cordiali saluti
[#18] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Capisco Dr. Spina;


...nel caso fosse la varicocele, ho trovato questo vostro articolo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35752

come operazione sembra meno "dolorosa" rispetto a quella che ci parlava nel link precedente o sbaglio?


nel caso venisse fatta o quella in cui ne parlava nel suo link, o quella del link che ho messo io ora, mi sa che sto per dire una gran fesseria, ma se il paziente non volesse star sveglio per paura di sentirsi male, è possibile farlo addormentare almeno per la durata max. dell'intervento "con un sonnifero" oltre all'anestesia nei punti interessati?
Sarebbe meno rischioso di un'anestesia totale, o sbaglio?



Non ci è chiara 1 cosa; durante l'operazione, il tutto verrà "manipolato" nello scroto (e quindi dovranno "aprire") oppure individuata la vena, senza accedere allo scroto faranno il tutto?


nel caso avvenisse l'operazione come diceva nel suo link, quanti gg. dopo quanti gg. verrà dimesso?

Con questa operazione, sentirà forte dolore passato l'effetto dell'anestesia, o giusto un piccolo fastidio che poi con i giorni passerà?




Cordiali Saluti



Ps: praticamente mentre scrivo qui, c'è qui mio fratello "che detta" quel che c'è da dire, perciò diciamo che le notizie sono di "prima mano"
[#19] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Cerchero' di rispondere seguendo l'ordine delle sue numerose domande:
1. Non c'e' dubbio che la scleroembolizzazione sia una procedura poco dolorosa, pero' offre minori garanzie.
2. Semplificando molto direi di si': il paziente puo' essere sedato, sempreche' l'Anestesista sia d'accordo, in ogni caso e per ogni tipo di procedura. Non e' vero comunque che altri tipi di anestesia sono meno pericolosi dell'anestesia generale; quanto meno cio' non e' vero nei pazienti giovani.
3. Il sacco scrotale non viene toccato affatto: la legatura della vena spermatica avviene molto piu' in alto, sull'addome del paziente; la cicatrice chirurgica risultante e' simile a quella, tanto per farle capire, di un'appendicectomia; soltanto che ovviamente non sara' a destra ma a sinistra
4. Generalmente io faccio in modo che il paziente resti ricoverato per la notte, e lo dimetto la mattina dopo l'intervento
5. L'anestesia puo' essere prolungata per qualche ora nel primo post-operatorio in modo da consentire al paziente di riposare, mentre dal giorno successivo un comune antidolorifico e' generalmente sufficiente per limitare la sintomatologia.
Cordiali saluti
[#20] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio Dr. Spina per gli ulteriori chiarimenti dati;

Volevo tenerla aggiornata sull' "andamento";

...sta notte ha avuto altri sintomi strani, ha avuto paura:

intorno alle 4.30, aveva la "sudarella", poi ebbe un sottofondo di senso di nausea, e sentiì appena il bisogno di defecare.
Allora andò, ci stette 10-15min, ma (questo già a letto, aveva delle fitte vere e proprie simile ai dolori di mal di pancia), e "tremava", non so come dirglielo, ma praticamente tremava tutto, non dal freddo, ma non si sa da cosa.

Poi si è bevuto mezza tazzina di latte da frigo (dicono che per fare passare la nausea si può fare così), si sedette sul letto contro lo schienale per 15min, dopo stette 10min. "più in basso", e poi si addormentò.


Cosa potrebbe essere?



Cordiali Saluti

Buona Domenica
[#21] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Niente di speciale: sono cose che accadono. Ha tutta l'aria di una difficolta' digestiva e il fatto che sia passata da sola lo confermerebbe: ovviamente ci vorrebbe una visita medica per averne certezza, ma comunque mi pare che quest'episodio non sia affatto correlato con il resto.
Rimane curioso notare come lei ci faccia la cronistoria di quello che capita a suo fratello: in genere su questo sito ogni paziente scrive dei suoi personali problemi e non lo fa... per procura! Niente di male, s'intende... solo inusuale.
Cordiali saluti
[#22] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
ok;


sto facendo la cronistoria, perchè lui voleva registrarsi "a nome suo" in questo sito, ma essendo minorenne non gliene dava la possibilità; così mi sono registrato io "col mio nome" perchè sono maggiorenne.

quello che scrivo io qui è come se lo scrivesse mio fratello, perchè quando sono in questi sito è lui praticamente che mi descrive i suoi problemi.

Se lei preferisce, "lo faccio scrivere direttamente qui in prima persona". Cosa ne dice?



Oggi comunque al livello di fastidio ai testicoli si è presentato fortunatamente poche volte nell'arco della giornata, e ogni tanto quel poco di fastidio nel basso ventre dx.



Martedì pomeriggio per essere più sicuri (come anche dal suo consiglio) andrà dal medico di famiglia.


Un amico che studia medicina gli ha consigliato di prendere il "Danzen" che è per i lievi dolori; ovviamente essendo che non l'ha sottoscritto un medico non l'ha preso, ma pensa che potrebbe essere utile?



Cordiali Saluti
[#23] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

un "amico" che studia medicina non e' un medico e quindi non puo' consigliare un bel niente.

Lei sta facendo solo una gran confusione.
Sarebbe il caso di recarsi presso un pronto soccorso se i sintomi sono gravi, oppure attendere la visita del medico che eventualmente prescrivera' degli esami da effettuare dopo una visita.

Lei parte con una serie di ipotesi e si informa pure sui trattamenti senza sapere se la diagnosi e' esatta.

In ogni caso, sarebbe il caso di informare i vostri genitori di questo problema per consentire di prendere al piu' presto la decisione piu' appropriata.
[#24] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Maggiorenne o no il problema e' che avere notizie riportate complica ulteriormente le cose. Lei ha fatto talmente tante ipotesi riguardo le patologie piu' disparate che potremmo scriverci un trattato: molto piu' semplicemente bastera' che suo fratello si rechi dal suo Medico per avere delle indicazioni chiare e precise, evitando supposiszioni fuorvianti, ansie inutili e mancanza di certezze.
Cordiali saluti
[#25] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
I genitori già sapevano (da settembre) di quel fastidio che ogni tanto ha nel basso ventre dx, ma magari poteva aver fatto qualche "sforzo" e passava, invece no...

per quanto riguarda il fastidio ai testicoli, abbiamo scoperto che papà ebbe la varicocele da giovane... speriamo che non l'abbia ereditata...


In questa settimana non ci sarà il silito medico di famiglia, ma un altro che lo sostituisce; a questo punto andrà per forza lunedì 18/10.


Vi terrò aggiornati.



Cordiali Saluti
[#26] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Guardi che il sostituto puo' visitarlo ugualmente...
Cordiali saluti
[#27] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
è vero, ma sapendo che il medico di famiglia sa tutto su quello che si ha avuto nel passato, si preferisce "stare" con quello;


a proposito; ora dice che non ha più fastidio ai testicoli e nemmeno dolore...anzi, gli si presenta raramente un leggerissimo fastidio che poi svanisce subito; in quanto al basso ventre dx, ogni tanto viene su qualche fastido.


Cosa ne dice, è meglio comunque dire al medico del fastidio ai testicoli che ha avuto?


Cordiali Saluti
[#28] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Al Medico suo fratello dovra' raccontare tutto: mica puo' nascondergli i sintomi, anche se nel frattempo non sono piu' presenti!
Cordiali saluti
[#29] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno,

è andato oggi dal medico, e gli ha detto che non ha nulla, poichè palpando l'addome non ci sono "cose strane"...(perciò niente ernia inguinale,ecc.....; ha palpato anche la zona inguinale dx e sx e ha detto che è tutto ok)
ma per essere sicuri gli ha dato i seguenti esami da fare:

-ecografia addome completo
-ecografia testicoli

-transaminasi gpt (alt)
-transaminasi got (ast)
-emocromo completo con formula

-proteina c reattiva: dosaggio quantitativo
-velocità di sedimentazione delle emazie (ves)
-elettroforesi proteica
-glucosio (glicemia)
-creatinina
-urine esame chimico fisico e microscopico
-acido urico (uricemia)
-urea (azotemia)
-colica renale



Non è che potrebbe spiegarci cosa sono tutti questi esami e in cosa consistono per favore?


Cordiali Saluti
[#30] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Partiamo dall'ultimo: la colica renale non e' un accertamento, ma una condizione dolorosa: forse ha sbagliato a scrivere... Le prime due sono ecografie che studiano le specifiche regioni indicate. Tutti gli altri sono parametri ematochimici che possono dare molte informazioni sul funzionamento corretto dell'organismo, in particolare sulla presenza di infiammazioni, sulla funzionalita' renale ed epatica e su molto altro.
Cordiali saluti
[#31] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno,

il medico ha dato da fare un controllo (giusto per essere più tranquilli) per le coliche renali.
Non è che potrebbe dirci in cosa consiste questo tipo di controllo?


In sintesi, possiamo dire che sono controlli "esterni", non è che entrano con sonde da qualche parte, entrando negli apparati interni, giusto?



Cordiali Saluti
[#32] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Che tipo di controllo? Forse ha suggerito di sottoporsi ad ecografia renale?
Cordiali saluti
[#33] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno,

alla fine ha fatto l'ecografita ai testicoli e alla zona di entrambi i basso inguine, l'urologo ha anche "palpato" l'addome per verificare se c'era la presenza di qualche ernia inguinale o simili, e alla fine ha constatato che ci sono le vie urinarie infiammate.

Gli ha ordinato il Cedax per 6gg, (finito di prendere domenica), poi dovrà sottoporsi ad un nuovo esame del sangue e delle urine.


Il fatto è che tali pastiglie, non hanno cambiato nulla, perchè lui dice di avere ancora questi lievi fastidi/"bruciori", anche nella zona sx, e a volte in vari punti sull'addome.


Cosa consiglia?


Cordiali Saluti
[#34] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Senz'altro di riportare queste notizie al Collega che ha posto la diagnosi di cistite e che ha prescritto il suddetto antibiotico.
Cordiali saluti
[#35] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Cavoli, addirittura una cistite?
Ma lui non ha un bisogno "frequente" di andare a urinare, non ha sangue nelle urine;

l'urologo facendo l'ecografia ha constatato un'infezione alle vie urinarie, e, magari ho capito male io, ma c'è "un qualcosa" che ha a che fare con l'età adolescenziale... qualche sviluppo, ecc... non so di preciso...


Difatti il Cedax gliel'ha prescritto l'urologo che ha provveduto ad effettuare l'ecografia; a giorni il prelievo e l'esame delle urine.


Ma dato che questi fastidi ci sono ancora, nonostante avesse preso il Cedax, cosa verrebbe da pensare?



Cordiali Saluti
[#36] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Guardi che "cistite" vuol dire "infezione delle vie urinarie"! Non sono io che ho posto la diagnosi, e' stato il Collega che ha visitato suo fratello; io mi sono limitato soltanto ad utilizzare un sinonimo! Se poi la diagnosi sia corretta o meno questo non lo so, ma se l'antibiotico non funziona penso sia meglio riferirlo a chi, prescrivendolo, aveva invece supposto che il Cedax avrebbe curato l'infezione.
Cordiali saluti
[#37] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Mi perdoni Dr. Spina, ma non essendo esperto del settore, pensavo che la cistite fosse un'altra cosa.

Riferiremo al Dr. che ha effettutato la diagnosi.


A suo parere ci può essere altro?


Cordiali Saluti
[#38] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La risposta e' la stessa che le avevo scritto nella mia prima replica: "Le ipotesi vanno dall'appendicopatia all'ernia inguinale, dalla Sindrome del Colon Irritabile ad altre patologie a carico dell'intestino, senza peraltro poter nemmeno escludere quanto non nominato": senza poter visitare suo fratello di piu' non possiamo dirle.
Cordiali saluti
[#39] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Ho capito.

Grazie mille per tutti i chiarimenti e la pazienza data!


Alla fine gli ultimi esami fatti (sangue e urine) sono risultati ok, ma il problema è che lui ha ancora questi fastidi al basso ventre dx, talvolta al sx...

Il medico a questo punto sostiene che sia ancora in una fase di sviluppo. Lei è daccordo?



Cordiali Saluti
[#40] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Mah... non saprei dirle. Pero' spesso si arriva a parlare di Sindrome del Colon Irritabile proprio quando sono state escluse altre cause, quindi forse questa rimane l'ipotesi apparentemente piu' accreditata.
Cordiali saluti
[#41] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Ah, ho capito Dr. Spina.

Un'ultima cosa:
per il fatto che quando si siede su sedie "dure" (senza parte morbida dove c'è il sedere) lui dopo diversi min. che è seduto prova un fastidio al testicolo sx (non sa descrivere che genere di fastidio è)..

Ha qualche idea?



Cordiali Saluti e grazie di nuovo per la disponibilità
[#42] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Una maggiore sensibilita' della regione interessata?
[#43] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno,
in questo momento sono io, il diretto interessato.


Scrivo in quanto tuttora ho questi fastidi e microfitte che vanno e vengono quando vogliono, e sta notte mi sono un pò preoccupato perchè avevo delle fitte dalla durata di qualche secondo (dolore piuttosto sopportabile) che andavano e venivano ogni tanto, e se mi giravo nel letto stando di fianco dx o sx è come se arrivassero di più, mentre a pancia in su venivano più raramente, e stavano più o meno attorno all'ombelico nella parte dx, e poi un pò più su.
Nel mattino presto non le ho più sentite,ma quando mi sono svegliato, facendo i primi passi mi faceva un pò male (fitte sopportabili) la gamba dx (15cm circa più in basso dell'inguine dx).


2 settimane fa il medico di famiglia mi visitò e disse che era tutto ok.


Con questi sintomi a Lei viene in mente qualcosa?
(ora non ho fitte, dolori lievi o tipo piccole scosse nel basso ventre dx)


Cordiali saluti
[#44] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Si tratta di sintomi un po' troppo vaghi per poter fare ipotesi; ma senz'altro il suo Medico avra' verificato di persona, e se le ha detto che era tutto a posto bisognera' credergli...
Cordiali saluti