Utente 175XXX
Gentile dottore,

Ho 25 anni e pratico podismo da 5 mesi. Da circa 1 mese e mezzo ho inziato ad accusare un lieve dolore al ginocchio posteriore dx. Nonostante tutto ho continuato con gli allenamenti. Il fastidio era più acuto nelle fasi di sprint e non comunque nella corsa costante, per cui ho pensato subito potesse trattarsi o di una contrattura o di uno stiramento. Mi sono pure sottoposto a massaggio sportivo del femorale. Nell'ultimo periodo ho intensificato gli allenamenti con svariati allunghi e il dolore aumentava così ho deciso di rivolgermi ad un Ortopedico il quale tramite diagnosi "gonalgia del ginocchio dx" mi ha richiesto pure RX, ETG e RM. Nel frattempo ho iniziato la cura con Proxil pastiglie e Artrosilene in schiuma x 10 giorni. L'RX e l'ETG non hanno evidenziato nulla, mentre dalla risonanza è risultato: Tenue iperintensità di segnale per edema midollare post-traumatico della spongiosa ossea della porzione posteriore dell'emipiatto tibiale mediale, della porzione anteriore dell'emipiatto laterale ed in misura minore del condilo femorale mediale sul versante posteriore; i capi articolari femoro-tibiali presentano trofismo scheletrico e cartilagini di rivestimento conservati. Non si osservano alterazioni a carico delle fibrocartilagini meniscali che appaiono indenni da fratture. Normali i legamenti crociati, i collaterali ed il comparto estensore-rotuleo. La rotula è in asse con lo spessore cartilagineo conservato. Modico versamento articolare a livello del pivot centrale.
Così mi son recato dall'ortopedico, il quale mi effettua una puntura di Hyalgan e mi prescrive altri 5 giorni di Proxil + Artrosilene.
Volevo un ulteriore parere medico, anche perchè questo ortopedico ha eseguito la puntura senza neanche guardare la RM, ma solamente leggendo il referto. Ho letto a proposito dello Hyalgan, che in caso di versamento bisogna prima asportalo prima di poter ignettare il siero. Non mi fido tantissimo anche perchè mi è sembrato parecchi "sbrigativo" anche nelle visite precedenti.
Ora sono da 20 totali a riposo e ancora sento fastidio, soprattutto in fase di flessione completa (sento uno scatto). Sono molto preoccupato.

La ringrazio, attendo notizie con ansia.
Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Roberto Leo
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il referto RMN che lei ha posto alla nostra attenzione non mostra sostanzialmente nulla a parte un edema midollare (in pratica una infiammazione dell'osso).
Null'altro emerge dal referto.
L'origine di tale infiammazione e' generalmente un trauma ma se lei traumi non ne ha subiti si puo' pensare ad un sovraccarico meccanico prolungato.
Senza una visita diretta del suo ginocchio appare difficile fare ipotesi diagnostiche.
Se non ha avuto soddisfazione della visita che il collega le ha fatto non posso che suggerirle di ripareterla con un altro collega.
Nella attesa mi dedicherei a fare molto stretching della muscolatura dell'apparato estensore, ginnastica isometrica e nuoto con tavoletta natatoria 1 volta alla settimana.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,

Anzitutto la ringrazio per tempestiva risposta. Penso sia dovuto ad un sovraccarico (correvo tutti i giorni per 8 km). In media quanto potrei dover aspettare prima di una completa riabilitazione?

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Roberto Leo
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Si tratta in effetti di un sovraccarico meccanico.
Difficile parlare di riabilitazione e di tempistiche della stessa sempre senza una visita
L'edema osseo puo' richiedere alcuni mesi per una sua scomparsa.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Ok grazie mille seguirò il Suo consiglio.

Cordiali saluti