Utente 192XXX
Buongiorno, avrei bisogno di un consiglio per un parente stretto che ha fatto i seguenti esami di accertamento:

RX ESOFAGO, STOMACO E DUODENO (PRIME VIE)
Rallentato il transito del pasto barilato lungo il nastro esofageo che presenta una rigidità parletale a livello cardias con morfologia "a coda di topo" (acalasia?)
Assenza di reflusso gastro-esofageo, nè ernia latale.
Stomaco, in sede, normocoformato con lieve inspessimento del disegno plicare.
Bulbo apparentemente esente da lesioni ulgerative.
Regolare la "C" duodenale.
Approfondimento diagnostico, previa valutazione gastroenterologica.

GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA
Nulla da segnalare a carico dell'esofago.
Cardias in sede substenotico per la presenza di lesione produttiva circonferenziale, ulcerata che si estende per 2cm anche sul versante gastrico: eseguire bx
Nulla da segnalare a carico delle rimanenti sezioni dello stomaco.
Pirolo in sede pervio
Bulbo duodenale ampio e regolare.
Nulla da segnalare a crico del D2

ECOGRAFIA
Fegato di dimensione aumentate ed ecostruttura addensata come da steatosi regolare; sis segnala la presenza di una piccola formazione cistica del diametro di 1 cm a livello di S VII
Coleiciste pendula ecopriva
Via biliare principale e Vie biliari intra epatiche come di norma.
Asse spleno portale e Pancreas non valutabili per presenza di ingesti in cavità gastrica.
Milza ed ecostruttura regolare di volume aumentato, con diametro bipolare di 15cm
Conclusioni: Epatomegalia con steatosi. Piccola cisti epatica. Splenomegalia
Condizioni cliniche: Buone condizioni cliniche, Peso corporeo 106Kg Statura 175cm BMI 35.
Addome trattabile epatosplenomegalia di media entità

BX
Materiale inviato: COLON, Biopsia endoscopica (sede unica)
Notizie materiale inviato: stenosi ulcerata
Diagnosi: Adenocarcinoma moderatamente differenziato (frammenti)
Snomed: T-59300

Consiglio:
Questo mio parente farà una TAG oggi ed avremo i riusltati presto.
Lui vive in provincia di Cosenza, noi a Bergamo.
Quale è il vostro consiglio?
Noi pensavamo di farlo salire e fare una visita alla Clinica Castelli (BG) dove il Direttore Chirurgico è R.Sacco... oppure di spingerci a Milano dove abbiamo sentito esserci un Centro importante dove effettuano anche operazioni con robot?

Attendo un vostro prezioso consiglio.

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se si tratta di una neoplasia maligna del cardias, come sembrerebbe da quanto scrive, è opportuno riferirlo ad un centro con esperienza in chirurgia esofago gastrica, vicino alla sua residenza o dove ritiene piu' opportuno. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 192XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per la risposta Dr. Favara.
Mi scuso in anticipo per la domanda che le pongo perchè è più un cosiglio sulla struttura da scegliere per affrontare e cercare di risolvere questo problema.
Se lei si trovasse nelle nostre condizioni che scelta farebbe? Non è importante il "dove portarlo", l'importante è che riceva le cure migliori, come dice lei in un centro che abbia molta esperienza.
Lei per caso potrebbe indicarmi qualche struttura?
Appena avremo le TAC in mano ci dirigeremo subito per una visita e ricovero.
La ringrazio molto.