Utente 417XXX
Buon giorno a tutti,
ho 33 anni, sono marito felice (anche sessualmente parlando) e papà di una bimba sanissima

Da qualche mese, saltuariamente, avvertivo dei dolori in fase di eiaculazione. Tali dolori erano/sono compensati dal piacere prodotto dall'eiaculazione stessa, per cui ho lasciato passare del tempo. Tra me mi giustificavo dicendomi che dato che la frequenza dei rapporti, con la venuta della bimba, era diminuita di parecchio, forse avevo il "condotto sporco e il pasasggio del liquido dava una pulita!"
So che ero stupido, ma l'idea era accompagnata dalla sensazione: la sensazione di avere come un tappo, un'ostruzione, che al passaggio del liquido saltava e permetteva al liquido stesso di uscire.

Infine mi sono deciso ad agire e vedere: ho atteso qualche giorno e ho eiaculato su uno scottex "bianco e candido", certo della sua pulizia, e ho notato un "sassolino" di colore marroncino che a prima vista (dalla distanza che ci può essere dagli occhi di unuomo in piedi al piano di un tavolo) sembrava VETRO!
Stupito ho estratto il "sassolino" dal liquido con uno stecchino.
Poggiato su altro scottex, l'ho toccato e si è sgretolato facendomi pensare al "cerume" delle orecchie.
Sono che sono paragoni elementari, ma spero possano rendere l'idea.

Ad occhio il "sassolino" era poco inferiore al millimetro di diametro.
Estratto dal liquido, a vista, mi è sembrato secco e solido, mentre al tocco si è sgretolato. Sgretolandosi mi ha confermato di essere se non secco almeno asciutto

Ritengo di essere poco più di normo-dotato; erezione normalmente soggetta ell'emotività del momento; eiaculazione credo nella media soggetta alla frequenza dei rapporti. Il concepimento è avvenuto al terzo tentativo, per cui non credo di avere problemi legati a fertilità

Spero di avere dei commenti da voi prima di settembre, momento in cui vorrei sottoporre il mio sperma prima e i testicoli poi alle dovute analisi cliniche.

PS & NB: dimenticavo che se eiaculo anche solo una o due volte al giorno per vari giorni consecutivi, non avverto disturbo. Se faccio passare dei giorni di inattività al 99% avrò il problema. E' come se il grumo avresse necessità di tempo per formarsi. Ma dove si forma? nei testicoli? Non avverto NESSUN disturbo urinando

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente la sintomatologia descritta e la presenza di concrezioni spermatiche depongono per uno stato congestizio-infiammatorio delle ghiandole accessorie seminali (prostata e vescicole seminali) che,assieme ,producono la quasi totalità del liquido seminale.I testicoli sono presumibilmente indenni,in quanto producono solo poche gocce di sperma e sono addetti alla produzione di spermatozoi ed ormoni.La inviterei,per il futuro,a non porre come standard di riferimento l'eiaculazione giornaliera (addirittura ripetuta...) perché,contrariamente a quanto crede,potrebbe non essere vantaggiosa
in presenza di una patologia prostato-vescicolare.Consiglierei,quindi,oltre ad una spermiocoltura,uno studio ecografico dell'apparato genitale (prostata,vescicole seminali e testicoli) assieme ad una doverosa visita andrologica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2007
Grazie infinite della veloce risposta.

Mi ha tolto un dubbio (quello dei testicoli) e, giusto per tentare di "controllare" la situazione in questi giorni di agosto, vorrei chiederle se può indicarmi cosa dovrei monitorare / a cosa dovrei porre attenzione in questo periodo.

Ho intenzione di ripetere il mio "esperimento" almeno altre due o tre volte per verificare la presenza, dimensioni, colore e consistenza dell'eventuale grumo. Sbaglio o potrebbe essere di aiuto per il medico curante?

A settembre effettuerò i controlli da Lei indicati: spermicoltura, ecografie e visita andrologica

Grazie per il Suo tempo
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Se vuole può "controllare",tuttavia Le consiglierei un certo "distacco",in quanto si corre il rischio della somatizzazione che complicherebbe e confonderebbe il quadro clinico.
Buone vacanze...
[#4] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2007
...effettivamente ha ragione: non posso negare una certa apprensione.

Ok, mi godrò l'estate e a settembre si vedrà. Per quel tempo vi ri-disturberò.

Grazie ancora e auguro buone vacanze anche a Lei
[#5] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
La problematica da lei descritta è tipica di una prostatite per la quale sarebbe opportuna una visita urologica.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
ci mantenga informati
[#7] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2007
Grazie, non mancherò, ma potreste per caso indicarmi un qualcosa che dovrei monitorare in questi giorni?

[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
la Sua storia clinica, a mio parere, non è indicativa di alcuna patologia specifica genitale. Azzardare diagnosi su quello che Lei riferisce è come dare una cinquina al lotto. Piuttosto che sottoporsi ad esami strumentali, Le consiglio di raccontare i Suoi disturbi e le Sue impressioni ad un Collega Andrologo che deciderà poi il da farsi. Le consiglio nel frattempo una più frequente e costante attività eiaculatoria.
Mi faccia sapere l'evoluzione della cosa.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
concordo con le valutazioni e i sospetti diagnostici fatti dal collega Izzo. A questo punto è giunto però il momento per un attenta valutazione andrologica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
nessun esame strumentale o di laboratorio senza prima aver effettuato una visita Andrologica. Non ve ne sono i presupposti.
Attendiamo notizie in merito
Cari saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#11] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2007
Spett.li Dottori, nel ringraziarvi per la Vostra partecipazione, non nego però una certa confusione ora che i pareri si sono sommati.

Una cosa è certa: a Settembre effettuerò una doppia visita presso un Urologo ed un Andrologo. Visto che ne ho la possibilità farò fare anche un analisi dello sperma e - spero - di uno dei corpi estranei.

Piccola nota: da posizione eretta nessun problema di sorta

Grazie e buone vacanze a tutti,
Cordiali saluti
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non vorrei sembrare ripetitivo, ma ci tengo molto a stressare questa mia profopnda convinzione.
PRIMA la o le visite specialistiche e POI, se prescritte dai Medici, eventuali esami.
Ancora cari saluti
Prof. Giovanni MARTINO