Utente 175XXX
Gentili medici da circa due mesi il mio ragazzo accusa forti dolori all'interno del pene, da esami delle urine gli è stata riscontrata una infezione da candida curata con impacchi di detergente, una crema (balanil gel) e delle pillole (di cui non conosco il nome) poi sospese a seguito dell'aumento dei dolori e di dense perdite di sangue. Una successiva visita ha riscontrato anche scarsa fertilità e, da ultimo hanno sospettato un tumore al pene. Ha 24 anni ed è fumatore. E' plausibile la diagnosi? Quali tipi di accertamenti dovrebbe fare e qual è la figura più adatta a diagnosticare un tumore di questo genere? Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara signora la diagnosi di tumore al pene va effettuata tramite biopsia dell' eventuale lesione.
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Non c'è alcuna lesione, nè arrossamenti o screpolature: nulla di visibile. Solo da pochi giorni sono comparsi bruciore e prurito che io, nella mia ignoranza, attribuirei agli impacchi con il detergente che si protraggono oramai da diverse settimane.
Non si riscontra neanche fimosi che ho letto può essere causa del tumore.
La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
allora questa diagnosi di tumore la vedo un pò improbabile
[#4] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore, la ringrazio ancora per i pronti riscontri e mi permetto di chiederle ancora qualcosa. Durante l'assunzione delle pillole, successivamente sospese, gli si è gonfiato enormemente un testicolo dal quale i medici del pronto soccorso hanno estratto con una siringa un liquido giallognolo, ieri sera ,ancora, è dovuto recarsi nuovamente al pronto soccorso perchè entrambi i testicoli sono diventati violacei. Gli hanno eseguito una rmn che ha rilevato una massa scura nei testicoli che unita alla piccola crosta sullo stesso testicolo che si era gonfiato ( crosta che quindi potrebbe dipendere dalla puntura della siringa)hanno confermato la diagnosi di tumore. Quali ulteriori esami dovrebbe fare? Le sembra che stiano gestendo correttamente tutta la situazione?
Ancora grazie.