Utente 176XXX
Buongiorno volevo chiedere se ci sono interazioni tra Cialis,Levitra, Viagra e Carbamazepina.
Ho letto qualcosa in vari siti, ma non ho capito molto usano un linguaggio troppo tecnico.
Se potete spiegare in modo facile e dare un consiglio.
Roberto.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Se desidera sapere se ci sono interazioni negative le rispondo con un sintetico: no.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questi farmaci, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, mi sento molto più tranquillo nel caso ne avessi bisogno.
[#3] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Qua c'è scritto che interagisce con la carbamazepina
Il tadalafil è metabolizzato principalmente dal CYP3A4. Un inibitore selettivo del CYP3A4, il ketoconazolo (200 mg al giorno), ha aumentato di 2 volte l'esposizione (AUC) e del 15 % la Cmax del tadalafil (10 mg) rispetto ai valori dell'AUC e della Cmax del tadalafil da solo. Il ketoconazolo (400 mg al giorno) ha aumentato di 4 volte l'esposizione (AUC) e del 22 % la Cmax del tadalafil (20 mg). Un inibitore delle proteasi, il ritonavir (200 mg due volte al giorno) che è un inibitore del CYP3A4, CYP2C9, CYP2C19 e CYP2D6, ha aumentato di 2 volte l'esposizione (AUC) e non ha modificato la Cmax del tadalafil (20 mg). Sebbene le interazioni specifiche non siano state studiate, altri inibitori delle proteasi, come il saquinavir, e altri inibitori del CYP3A4, come l'eritromicina, la claritromicina, l'itraconazolo e il succo di pompelmo devono essere somministrati insieme con cautela poichè è prevedibile che aumentino le concentrazioni plasmatiche del tadalafil (vedere paragrafo 4.4). Di conseguenza, l'incidenza degli effetti indesiderati elencati nel paragrafo 4.8 potrebbe aumentare.

Il ruolo dei trasportatori (ad esempio la p-glicoproteina) nella distribuzione del tadalafil non è noto. Esiste, quindi, la possibilità di interazione farmacologica mediata dall'inibizione di trasportatori.

Un induttore del CYP3A4, la rifampicina, ha ridotto del 88 % l'AUC del tadalafil rispetto ai valori dell'AUC del tadalafil da solo (10 mg). Questa esposizione ridotta può far prevedere una riduzione dell'efficacia del tadalafil; non è noto il grado di riduzione dell'efficacia. Altri induttori del CYP3A4, come il fenobarbital, la fenitoina e la carbamazepina, possono anche ridurre le concentrazioni plasmatiche del tadalafil.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le ho scritto infatti interazioni "negative" e non interazioni "generali", nel senso che non sono conosciuti effetti collaterali negativi od aumentati dall'assunzione contemporanea dei due farmaci.

Al massimo possiamo avere una riduzione delle concentrazioni plasmatiche del tadalafil e quindi una sua efficacia leggeremente inferiore.


[#5] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Rigrazie di nuovo.
Ultima cosa poi non la disturbo più, io quella interazione che ho scritto l'ho trovata solo per il Cialis e non per Viagra e Levrita. Devo dedurre che il Viagra e Levitra non creano questo problema?
Grazie Roberto.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le sostanze farmacologiche da lei indicate appartengono tutte ad una stessa classe, cioè "famiglia" , ma così è.

Le sposto comunque il suo quesito anche in area "Farmacologia".

Lì forse potrà ricevere altre informazioni più mirate.

[#7] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
GRAZIE.
Roberto