Utente 281XXX
Dopo una colica nel mese di Giugno ho eseguito accertamenti per diagnosticare la causa
da esame ecotomografico e' risultata la presenza di calcoli nella colecisti della misura di 1,5 cm uno e 0,5 cm gli altri 3 , vicini pero' alle vie biliari.
Il consiglio del medico e' stato quello del classico intervento di videolaparatoscopia,prendevo quindi appuntamento per visita chirurgica,ma sfortunatamente sono stato nuovamente oggetto di colica pochi giorni prima dell'appuntamento.l'ultima colica e' stata molto violenta sono ricorso quindi al ricovero in ospedale, dopo 3 giorni di degenza il primario mi comunicava che era rischioso eseguire l'intervento in videolaparatoscopia, perche' a causa dell'infiammazione della colecisti e della muscolatura attorno esisteva il rischio di
eseguire l'intervento in laparatomia classica. sono stato quindi dimesso dopo 3 gg,con
l'accordo di ritornare dopo un MESE per eseguire tale intervento, mi e' stata indicata una dieta da seguire e prescritto uno sciroppo da prendere prima dei pasti.
i miei quesiti sono i seguenti:
1)perche' non si puo' eseguire un intevento di videolaparatoscopia in urgenza?
2)La dieta e lo sciroppo mi mettono al riparo da eventuali altre coliche?
3)e' normale che senta fastidio proprio in prossimita' della colecisti?
4)Possono insorgere conseguenze piu' gravi con una nuova colica travaso di bile....etc
5)Mi devo rivolgere ad un altro centro per eseguire l'intervento in tempi piu' brevi?

Pur essendo una patologia diffusa sono preoccupato per l'attesa dell'intervento.
eta' 38 sesso M
Ringraziando anticipatamente porgo Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
2287

Cancellato nel 2006
In molti centri la laparoscopia in urgenza non si è ancora diffusa, ma gli ultimi studi sembrerebbero confermare che non vi sono controindicazioni ad un intervento mini-invasivo.
La dieta riducono il rischio di ulteriori coliche, ma l'efficacia della terapia non è assolutamente garantita.
E' normale avere disturbi proprio in sede della colecisti (sottocostale dx.
Tutti i casi di colelitiasi possono andare incontro a complicanze: colecistite, ittero da ostruzione delle vie biliari che possono rochiedere anche interventi in regime d'urgenza.
In considerazione del fatto che lei ha verosimilmente avuto una colecistite acuta sarebbe opportuno aspettare almeno 40 gg prima di farsi operare.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Enrico Guarino
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
sono d'accordo con l'opinione del collega. Sicuramente si può eseguire l'intervento per via laparoscopia anche in urgenza ma unico dato che lei non ha riportato, per valutare il rischio in attesa d'intervento è rappresentato dalle dimensioni delle vie biliari. Infatti la vicinanza dei calcoli alle vie biliari non ha significato sino a quando non si prende in considerazione un'eventuale dilatazione delle vie biliari prinicipali in questo caso è fondamentale escludere che sia passato qualche calcolo o che vi sia una infiammazione importante della papilla. In questo caso c'è la possibilità di coliche ravvicinate con i rischi a questo connesso e quindi bisogna valutare la necessità di eseguire ulteriori esami strumentali diagnostici e terapeutici.
[#3] dopo  
Prof. Massimo Schiavone
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2000
Se non è stato ancora operato, le consiglio un intervento tradizionale a cielo aperto che oggi può essere eseguito con una minilaparatomia (incisione).
[#4] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2004
L'intervento e' stato eseguito in data 27 luglio c/o il
centro trapianti dell'ospedale San Martino, naturalmente
in videolaparatoscopia, da un chirurgo con esperienza pluriennale in questo campo. I risultati sono stati eccellenti, tutto sta a trovare la struttura giusta, o meglio il chirurgo esperto!!.NB intervento eseguito in DAY
SURGERY , con ricovero il mattino stesso e dimissioni il
giorno successivo, SENZA PRESCRIZIONE DI ALCUNA DIETA!!
Dopo 7 gg ho ripreso l'attivita' sportiva di MOUNTAIN bike
TEMPI DI ATTESA 12 GG DALLA VISITA CHIRURGICA.
UNA LODE A TUTTA LA STRUTTURA ....MA SOPRATTUTTO ALLA
PROFESSIONALITA' DEI MEDICI CHE OPERANO IN QUEL REPARTO.