Utente 165XXX
Salve. Sono affetto da ernia inguinale che non mi dà particolari problemi, a parte un po' di fastidio nei giorni successivi a uno sforzo dei muscoli addominali. Vorrei sapere se posso praticare tranquillamente flessioni ed esercizi agli addominali in palestra e la fit boxe.
Inoltre, essendo stato operato 5 anni fa per un varicocele sinistro di quarto grado, con un taglio sopra l'inguine e uno sullo scroto, mi chiedo se questa ernia possa derivare da un cedimento della parete addominale in quella zona. Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il cedimento che provoca l'ernia non ha nulla a che vedere con il pregresso intervento di varicocelectomia. Se la diagnosi fosse confermata tenga soltanto conto che gli sforzi in palestra potranno provocare la fuoriuscita dell'ernia stessa.
Posso farle una domanda io? Ma visto che e' cosi' giovane e che pratica sport, ha preso in considerazione l'idea di consultare uno Specialista in Chirurgia per farsi dire se puo' esserci una soluzione chirurgica definitiva al suo caso?
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Certo, ho consultato uno specialista in Chirurgia generale e mi ha confermato la diagnosi del medico di base indicandomi l'intervento chirurgico. Dovrei fare un'ecografia per maggiore certezza? Non ho ancora programmato di sottopormi all'intervento perché l'ernia non mi dà tanto fastidio, infatti all'inizio pensavo che la sensazione di peso fosse dovuta al varicocele, perché in effetti la avverto soprattutto al testicolo sinistro. Prima dell'intervento è opportuno astenersi dal tipo di esercizi sopra indicati? Comportano il rischio di recidive dopo l'intervento stesso? Che tipo di sport potrei praticare senza peggiorare la situazione? A tal fine gradirei sapere il parere anche dei suoi colleghi specialisti in medicina dello sport e andrologi.
Inoltre, è vero che con l'intervento per l'ernia inguinale si rischia la sterilità? Già la mia fertlità, come è emerso dallo spermiogramma, è critica, e con il mio urologo sto prendendo in considerazione la possibilità di rioperarmi se il varicocele dovesse aumentare e di congelare il seme se la qualità dello sperma dovesse peggiorare. In tal caso potrei eseguire insieme l'intervento di varicocelectomia e quello per l'ernia inguinale? Grazie per la risposta tempestiva.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Le sue domande sono molte: vediamo di rispondere con ordine:
1. L'ecografia e' superflua: se il Chirurgo ha dato l'indicazione all'intervento non servono altri accertamenti, a meno che non sia lui stesso ad avere dei dubbi in proposito...
2. Come gia' le ho scritto gli esercizi che comportano un aumento della pressione addominale possono provocare la fuoriuscita dell'ernia, ma il pericolo di eventuali recidive non e' ad essi collegato.
3. Se vuole pareri da Medici dello Sport e/o dai nostri Andrologi dovrebbe cortesemente postare di nuovo il quesito nelle apposite sezioni.
4. L'intervento di riparazione dell'ernia, se correttamente condotto, non provoca in alcun modo sterilita'.
5. Varicocelectomia ed ernioplastica sono due interventi indipendenti: per dirgliela con una battuta la somma di 1+1 in questo caso non fa 2, ma rimane 1+1... A certe condizioni ci possono essere diversi vantaggi a farli farli nella stessa seduta operatoria, ma anche qualche svantaggio; e in ogni caso restano due procedure separate.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille! Risposta veloce ed esaustiva.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti