Utente 149XXX
Buongiorno.
Io vorrei chiedere: quali sono i limiti (almeno per quanto riguarda lo spessore corneale) perchè un occhio con cheratocono possa essere sottoposto anche a chirurgia refrattiva (PRK), da effettuare prima o dopo il cross linking, per correggere il difetto visivo?
(A questo proposito mi preoccupa anche il fatto che il cross linking potrebbe anche far perdere spessore alla cornea, è ciò chiaramente potrebbe ulteriormente sfavorire una chirurgia refrattiva dove chiaramente il laser deve "togliere", mi sbaglio?)

Comunque anche in questi casi il laser può dare buone risposte in termini di visione naturale come avviene di solito in occhi standard?
Mi interessa sapere anche questo perchè se già senza refrattiva ci si vede bene con occhiali o lenti, se questa necessità non viene eliminata o notevolmente ridotta penso che non ne valga molto la pena


Anche se chiaramente ogni caso è a sè io vorrei comunque avere qualche riferimento, e per quello che mi sembra di avere capito comunque che non è che ci siano limiti veri e propri, ma l'importante è che dopo entrambi i trattamenti residuino almeno 400 micron, è davvero così?
Se no ci sono comunque limiti ben precisi in tal senso?
(A questo propoisito poi so che è una cosa da fare preferibilmente quando si può pensare che per l'età il cono non avrà più imprevedibili evoluzioni).

Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, la chirurgia refrattiva è, a mio avviso, incompatibile con il cheratocono, secondo me solo un incosciente sottoporrebbe a laser ad eccimeri un paziente della sua età con cheratocono.
cordialmente
[#2] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera dottore, la ringrazio per la sua risposta.
Io però avevo sentito parlare, a prescindere dal mio caso specifico, della possibilità di eseguire una PRK prima o dopo il cross linking, che attualmente è in fase di studio, non è veramente così? Non è vero questo discorso?
Se si è valido e vero il discorso dello spessore che ho fatto prima?
Comunque certamente so che alla mia età la cosa non è opportuna, e che, se è, lo si fa in età più avanzate.

La prego di scusarmi se insisto, ma io ho sentito spesso che nei più recenti congressi oculistici si parla e si discute di questa possibilità.

Sperando davvero in una sua ulteriore risposta le porgo cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
0% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Certo che si discute e si continuerà a discutere e magari le cose cambieranno con tecnologie sempre più all'avanguardia, ma allo stato dell'arte in non lo consiglierei ad un mio paziente ne qui ne in america australia etc.
agari c'è qualcuno che già lo fa, bisognerà vedere i risultati a medio e lungo termine. Aspettiamo e vediamo.

cordialmente
[#4] dopo  
Utente 149XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio dottore, ora ci vedo più chiaro.
Buona sera