Utente 208XXX
Vorrei sapere, se è possibile, quali esami diagnostici preventivi sono consigliati ad un uomo dopo i 40 anni e con quale cadenza vanno ripetuti.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Domenico Battaglia
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
mi verrebbe da dirle nessuno.
e poi per lo "screening " di cosa???
risentiamoci quando lei avra 50 anni prima è precoce.
se invece ritiene di avere una sintomatologia uro andrologica da sottoporre sono a sua completa disposizione.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

secondo uno schema americano, a 50 anni sarebbe opportuno fare uno screening di base valutando il sistema cardiocircolatorio, l'apparato digerente (colon-retto) e la prostata chiaramente sotto la guida di un medico che, conoscendola, possa organizzare e precisare meglio le indagini da fare
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
aggiungo alla risposta del collega Pozza che in caso di familiarietà per neoplasia prostatica il check up andrebbe fatto dai 40 anni in su con visita urologica annuale e PSA
[#4] dopo  
Dr. Domenico Battaglia
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
ci faccia sapere
[#5] dopo  


dal 2011
Grazie a tutti. Siete gentilissimi. Complimenti per il sito.


P.S.
Seguirò il consiglio del dottor Battaglia dal momento che nella mia famiglia non si sono fino ad oggi registrati casi di problemi alla prostata. In compenso mi sono sottoposto due volte alla colonscopia(l' ultima tre o quattro anni fa non ricordo bene) poiché a mio padre sono stati riscontrati dei polipi intestinali.
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei è una persona intelligente e fa benissimo a controllare la famigliarità della patologia cui si rifersice. Ma vorrei sottolineare che si programmano le visite Specialistiche di prevenzione e non gli esami strumentali. Quindi Le consiglio, ovviamente restando nel campo della patologia dell'Apparato Genitale maschile, di porgrammare un controllo Andrologico quanto prima (cosa che avrebbe già dovuto fare dall'adolescenza in poi).
Ci tenga informati.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO