Utente 161XXX
Gentile dott. volevo chiederle quanto io debba preoccuparmi. La prego di leggere e pazientare, cercherò di spiegarmi al meglio.

Ho 30 anni e da circa un anno ho cessato l'assunzione finasteride (presa da quando avevo 21 anni per contrastare un prematuro diradamento).
Ora dei capelli non me ne frega piu'molto da dover essere schiavo di un farmaco, ma ho notato che in questi anni lo sperma eiaculato è di gran lunga diminuito , rasentando quasi lo zero certe volte, sempre senza fuoriscita a "schizzo".

!) Mi chiedo quindi se c'è un collegamento con finasteride e perchè l'interruzione gia' avvenuta del suddetto farmaco non ha fatto rientrare la suddetta controindicazione.

2) Faccio molta pipi', quasi ogni mezz'ora (bevo molto) ma spesso faccio fatica e il getto mi pare indebolito e spesso subisco uno sgocciolamento extra postminzionale. NON SEMPRE


3)Mi è capitato di provare a prendere farmaci per le infiammazioni delle vie urinarie e della prostata (erboristeria) e mi pare di aver notato che nell'immediato ho un buon miglioramento della situazione sperma e urina.


4) L'anno scorso ho fatto una visita dall andrologo che mi ha controllato la prostata e dice tutto bene. Mi ha sconsigliato di fare ulteriori accertamenti magari piu' invasivi per il problema "post minzione". (invece non gli avevo parlato dello sperma, sia per vergogn, sia perchè prendevo ancora fina e credevo fosse un mormale side collegato al farmaco, che sarebbe subito rientrato con l'interruzione).

Chiedo quindi come comportarmi. La cosa che piu' mi preoccupa è la scarsissima e debole fuoriuscita di sperma ( ho un'attività sessuale intensa ma anche se sto a riposo due giorni... la situazione non cambia di molto).

La prego di consigliarmi. Fino adesso ho tentato a rimandare ma vorrei sentire il parere di un esperto.


ps - prendo anche un po' di paroxetina (20 mg al di)

Lei crede sia:
1) un infiammazione cronica?
2) un infertilita' provocata da finasteride?
3)side paroxetina? Non mi risulta pero che l eiaculazione sia tra i sides. sapevo solo della maggior difficoltà nel raggiungere l orgasmo
3) una situazione passeggera? (ormai pero sono anni...)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
sarò sintetico che di più da dire non c' è: meglio approfondire accertamenti come ha detto collega. Tutte le sue ipootesi plausibili e possibili, ma non possono validate o contraddette dfa qua.