Utente 176XXX
Buongiorno,mio figlio di 10 anni ha avuto un ascesso perianale per la prima volta l'anno scorso a novembre,e' stato inciso edopo un mese si e' ripresentato ma questa volta si e' drenato da solo.Ora a distanza di mesi l'altro giorno e' stato ricoverato perche'aveva la zona perigenitale e regione glutea a partenza dall'ascesso perianale infiammata.E' stato operato,e nonostante avesse la sonda transanale inserita non e' stata trovata la fistola.Il medico ora sospetta si possa trattare di cisti disontogenetica.Ha fatto una visita chirurgica pediatrica ma mi hanno detto che finche' non si ripresenta non si puo' fare niente,poi si potra' fare una rettoscopia.Vorrei sapere se e' necessario aspettare o se nel frattempo si possono fare degli esami piu' specifici e a chi rivolgermi.Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent.ma

comprendiamo bene il suo dispiacere e la sua preoccupazione.

la fistolizzazione mi sembra che sia stata trattata dal punto di vista locale e non sia stata trovata una zona di partenza specifica della stessa.

la cisti disontogenetica verosimilmente si localizza sempre in regione glutea, ma di partenza ha caratteristiche diverse, e ben specifiche.

ci tenga informati per la valutazione, e per lgi eventuali esami da richiedere.
prima di qualsiasi cosa faccia ben guarire il nostro giovanotto.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera Dottor Cutrupi,la ringrazio per avermi dato il suo parere in cosi' breve tempo.Io vorrei capire bene che cose' una cisti disontogenetica (visto che sono preoccupata)esapere perche' viene,se c'e' una causa.Inoltre mi farebbe piacere sapere lei che esami consiglierebbe fare.La mia pediatra non sa bene in che ospedale mandarmi,pensa il Buzzi di Milano,se io decidessi di venire privatamente da lei a quale ospedale si appoggerebbe?Scusi se le faccio perdere ancora del tempo,ma capira' la mia preoccupazione.Volevo inoltre far saper che il giovanotto in questione ora sta' molto meglio.Grazie di tutto e a presto.
[#3] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent. ma

vorrei capire meglio la condizione di partenza della fistolizzazione o ascesso perianale del nostro giovane amico.

le fistole perianali normalmente hanno inizio dalla cute verso la profondità ed interessano più o meno diversi strati cutanei e sottocutanei sino a raggiungere il piano muscolare.

la cisti disontogenetica ha partenza sempre dalle rime cutanee ma comprende al suo interno diversi strati cutanei con verosimili agglomerati di residui di peli, capelli o altro, ma che comunque si sarebbero dovuti apprezzare da subito.

non esiti a contattarmi personalmente qualora lo ritenesse opportuno.

cordialità

[#4] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dottor Cutrupi la ringrazio di avermi risposto cosi' in fretta.L'ascesso ha avuto inizio una domenica di ritorno da una gita(festa del torrone a Cremona)dove si e' abbondato con i dolci.La sera lavando mio figlio si e' lamentato che sentiva un fastidio nella zona interessata,la mattina seguente contattai la pediatra che senza visitarlo disse che si trattava sicuramente di una emorroide e di mettere una crema(Arnigel)per 2 o 3 giorni.Il mercoledi ho portato mio figlio al pronto soccorso perche' la cosa era decisamente peggiorata.In effetti era un ascesso perianale,venne messo sotto antibiotico e fecero maturare il tutto con impacchi di ittiolo.Il venerdi fu inciso e la domenica mandato a casa continuando la terapia antibiotica per 10 giorni.Poi da li' e' successo quello che le ho gia'scritto.Oggi siamo andati al controllo e l'esito e' :ferita ben consolidata,non segni di flogosi.Quindi tutto ok.Inoltre il medico ha consigliato di non indagare ulteriormente finche' non si ripresenta(qualora si ripresentasse) e solo a quel punto di contattare un chirurgo pediatrico.Lei pensa sia giusto aspettare perche' ora non si vedrebbe nulla o e' meglio fare esami tipo risonanza magnetica o altro?Sono inoltre stati fatti anche esami del sangue per escludere qualche intolleranza alimentare che disturbasse l'intestino,tutti con esito negativo(oltretutto mio figlio va regolarmente di corpo quotidianamente e senza aiuto,da sempre).La ringrazio,sopratutto per la professionalita' e la pazienza dimostratami.A risentirci.
[#5] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent.ma

sono contento per il piccolo amico nostro,
mi giunge nuova come causa scatenante l'ascesso perianale la dieta a base di torrone di Cremona!!

la studierò!

scherzi a parte, concordo con il collega che ha seguito il giovanotto sull'attesa di eventuale riacutizzazione per meglio indagare.

stia tranquilla,
e grazie a lei

cordialità