Utente 176XXX
A seguito di un valore abbastanza alto di glicemia a digiuno (107) e di una emoglobina glicosilata di 6,2, mio marito (48 anni) ha eliminato dalla sua dieta tutti gli zuccheri semplici, prediligendo alimenti integrali, legumi, vegetali, carne, pesce etc.
Da premettere che non è assolutamente in soprappeso (1,79 cm x 71 kg), pratica regolarmente sport, non beve, non fuma e non ci sono casi di diabete nella sua famiglia.
E’ da circa 15 anni in terapia antiipertensiva con betabloccanti e calcioantagonisti (basso dosaggio).
Dopo un mese circa (2 kg in meno e tanta fame in più) ha effettuato altri controlli di cui elenco i risultati:
GLICEMIA DOPO SOMMINISTRAZIONE GLUC. 75 GR.:
• Basale: 92
• 30 min 145
• 60 min 174
• 90 min 163
• 120 min 140

EMOGLOBINA GLICOSILATA: 5,3
COLESTEROLO TOTALE: 193

INSULINA DOPO SOMMINISTRAZIONE GLUC. 75 GR.:
• basale: 3,35
• 30 min 19,23
• 60 min 31,49
• 90 min 36,25
• 120 min 30,16

Sono valori al limite del prediabete? E’ necessaria una terapia o è sufficiente un regime alimentare corretto? In questo caso, c’è la possibilità di evitare l’insorgere del diabete vero e proprio, anche a lungo termine?
Grazie


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Sergio Di Martino
48% attività
16% attualità
20% socialità
TORRE DEL GRECO (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2004
Gli esami sono nei limiti della norma.
Un corretto stile di vita alimentare e fisico, sono gli unici "presidi terapeutici" da seguire, almeno al momento.
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#3] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera dottor De Martino. Dopo un anno di "stile di vita" più che corretto, mio marito ha ripetuto gli esami (più di una volta) ma sostanzialmente i valori sono invariati. La glicosilata è 5.3 mentre la basale è 108. C'è da aggiungere che si tratta di una persona estremamente emotiva e che, essendo sottoposto semestralmente per motivi di lavoro ad approfonditi esami clinici, affronta ogni volta le analisi con moltissima ansia.
Nel frattempo, l'apparecchio "casalingo" ha sempre dato valori ampiamente al di sotto dei 100.
Come possono coesistere valori di glicosilata ampiamente nei limiti con una basale vicino ai 110? Può essere lo "stress" da misurazione ad aumentare in quel momento il valore (come la sua pressione alta da camice bianco?
Sarebbe possibile assumere un farmaco tipo metformina UNA TANTUM, diciamo solo per la misurazione semestrale, che sia in grado di tenere basso questo valore? Grazie per la risposta.