Utente 162XXX
Qualche giorno fa ho effettuato una visita medico sportiva agonistica per la pratica del podismo a livello amatoriale.
Nell'esame di elettrocardiogramma mi è stato riscontrato un "leggero emiblocco del ventricolo sinistro", secondo quanto riferitomi dal medico.
Il medico mi ha chiesto se avevo nella mia vita effettuato un'ecocardiografia e, dopo la mia risposta affermativa (ne ho fatto uno a 16 perchè avevo un po' soffio al cuore, ora che ho 26 anni è sparito) e dopo avermi auscultato il cuore, mi ha rilasciato il certificato di idoneità agonistica dicendomi che non c'erano problemi e che l'emiblocco non influisce negativamente.
Ora mi sono venute un po' di preoccupazioni: è da quando avevo 7-8 anni che svolgo ogni anno una visita medico-sportiva e ho fatto canottaggio a livello agonistico per una decina d'anni, come mai nessuno mi aveva detto di questo emiblocco?
E' possibile che sia venuto fuori solo ora oppure c'è sempre stato ma essendo lieve gli altri medici ci hanno sorvolato e mi hanno sempre rilasciato immediatamente il certificato? Inoltre, può essere sufficiente avere effettuato un'ecografia al cuore 10 anni fa con esito positivo per poter escludere che l'emiblocco diagnosticatomi ora sia benigno? L'eventuale patologia che causa l'emiblocco dovrebbe essere presente fin dalla nascita?
Preciso che ho 26 anni, sono uomo, conduco uno stile di vita sano e sportivo, non fumo, non bevo, ho colesterolo bassissimo...sono solo leggermente sovrappeso, 5 kg al massimo!
Grazie per le eventuali risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi, l emiblocco anteriore sinistro o lo si ha o non lo si ha. Non è un parere che dipende dalla opinione di un medico od un altro. Quindi non esiste un leggero emiblocco, esiste l emiblocco, oppure non esiste. Detto questo, va detto che tale terminologia in italiano suona male, pare che qualcosa ....si blocchi a meta.e ciò non è.
Per emiblocco anteriore sinistro si intende una marcata deviazione dell asse medio elettrico del cuore all ECG verso sinsitra, cosa che è frequente anche in soggetti normali in sovrappeso, di statur a non alta e torace grosso. Cordialità. Cecchini.
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la cortese e celere risposta!