Utente 844XXX
GENTILI MEDICI, HO 37 ANNI E DUE FIGLI SPOSATA DA 14 ANNI CON LO STESSO UOMO (lo dico in quanto partner unico )
Tra la prima e la seconda gravidanza ho bruciato una piaghetta o ectropio estesa. Prima di bruciare la piaghetta il ginecologo mi ha fatto un controllo ed ha fatto una brutta faccia come se avessi qualcosa di brutto. Hanno prelevato e fatto esame istologico del frammento cervicale con risultato:
intensa flogosi acuta e cronica e diffusa metaplasia squamosa superficiale ed intraghiandolare. A seguito di ciò il ginecologo mi ha tranquillizzata che non era nulla di grave e mi ha bruciato la piaghetta. Dopo il parto del secondo figlio (cesareo) la piaghetta è tornata e tra l’altro pochi giorni fa ho tolto in isteroscopia operativa un polipetto endometriale. Ora vorrei sapere se da tutti i pap test (tutti negativi per cellule tumorali ma con note di ipercheratosi)ed esami fatti si vedeva e si vede se ho contratto anche in passato l’HPV?Questa piaghetta cronica non mi scomparirà mai?Potrò andare incontro a tumori dell’utero?
Grazie mille in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si, il PAP test verifica la presenza di alterazioni citologiche da HPV (coilocitosi)

La "piaghetta" cronica va meglio valutata se periste non solo bruciata in continuazione, ma di questo sono convinto che i suoi medici lo sappiano bene!

carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 844XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dottore, quindi posso stare tranquilla che non ho e non ho contratto l'HPV!
Per l'ultima domanda mi saprebbe dare una risposta?Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il PAP è un test affidabile soprattutto per la verifica di alterazioni citomorfologiche cellulari (displasie) che anticipano di molto (in senso cronologico) un eventuale tumore della cervice:

effettuarlo con periodicità e in relazione al proprio stato di salute - sempre sotto consiglio del medico è la regola d'oro per la salvaguardia e la prevenzione di questo tumore.

cari saluti
Dott. LAINO, Roma