Utente 177XXX
Mio figlio ha 15 anni. E' di corporatura longilinea e circa un metro e ottanta d’altezza. Da bambino gli era stato diagnosticato un leggero soffio cardiaco. Niente di preoccupante secondo il parere dei pediatri, i quali avevano sempre sconsigliato esami più approfonditi.
Ultimamente lamenta ricorrenti fastidi a livello del muscolo cardiaco e lievi dolori al torace, motivo per il quale è stato di seguito sottoposto ai seguenti esami:
ECG: Ritmo sinusale con aritmia sinusale.
ECOCARDIOGRAMMA: Camere cardiache di dimensioni e cinetica conservate.
Mitrale: Lembo anteriore ridondante e prolassante in
atrio sx con lieve jet da rigurgito mitralico.
Lieve insuff. valvolare tricuspidalica.
Un anticipato ringraziamento.
Dario
[#1] dopo  
171326

Cancellato nel 2012
Cara signora,
credo che questo sia un reperto di scarsissima rilevanza.
Il prolasso di un lembo mitralico (di solito è l'anteriore che è il piu grande), è frequente nei longilinei, ma il rigurgito lieve non costituisce un problema.
L'insufficienza tricuspidalica lieve è normale, ce l'hanno tutti o quasi.
Per quanto riguarda il dolore a cui lei accenna, è descritto che i soggetti con prolasso abbiano una senzazione di dolore cardiaco, ma più spesso il dolore che ci viene riferito dai pazienti risponde più a un dolore intercostale che a un dolore cardiaco.
In conclusione, l'eco non mostra anomalie significative, il ragazzo può fare qualsiasi attività senza problemi. I controlli per un'insufficienza lieve in età post-puberale sono consigliati ogni 3-5 anni, una frequenza più ravvicinata. in assenza di modifiche del quadro clinico, è puro placebo per i genitori o inutile scrupolo per chi lo propone.