Utente 172XXX
Gentili Dottori, ho 40 anni e mi capita ormai da alcuni mesi di svegliarmi più volte di notte a causa di erezioni prolungate e fastidiose che non mi lasciano riposare, anche in assenza di eccitazione sessuale o di sogni che potrebbero causarla.
Dopo qualche minuto dall'essermi alzato l’erezione passa ed urino.
La cosa importante è che in questo lasso di tempo sono stato costretto a fare un intervento, mediante drenaggio, a causa di un ascesso perianale a ferro di cavallo che mi causava febbre e dolori; durante questo periodo di convalescenza il problema delle erezioni sembrava sparito, ma ecco che appena mi sono ripreso dall'ascesso è ritormato con le sintomatologie precedenti. I due problemi sono correlati? Grazie per l'eventuale risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
facendo riferimento al suo precedente post
http://www.medicitalia.it/consulti/Andrologia/168339/Priapismo-ad-alto-flusso
a volte una situazione infiammatoria perineale o del piccolo bacino può aumentare o detreminare tali situzaioni attraverso fenomeni di irritazione nervosa.
[#2] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Dimenticavo che anche prima dell'intervento, quando ero costretto a ricorrere alla tachipirina, il problema non persisteva. Possono l'antifiammatorio o gli antibiotici locali aver avuto un effeto tampone? Sono un po' crisi, ho fatto diverse analisi con valori nella norma (a parte PLT=416) ed ho prenotato un'ecografia prostatica, ma ciò che mi preme è che la notte non riesco a riposare!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Carto che può accadere, rimuovendo od attenuando l' infiammazione questo succede. Si faccia seguire da bvravo collega
[#4] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dott. Cavallini. Sto completando gli esami e rifarò una visita di controllo, ma mi premeva capire se è qualcosa di cui preoccuparsi.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non è necessario preoccuparsi, basta fare le cose per benino, come lei sta facendo. si preoccupi della batosta del Bari da parte della Lazio.
[#6] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Gentili dottori dello staff di Medicitalia, spero possiate ancora intervenire su questo mio problema al quale non riesco a dare risposte. Come consigliatomi dal dott. Izzo ho eseguito un'ecografia prostatica e dell'addome completo ed insieme al dottore che mi segue presso la ASL abbiamo escluso sicuramente la prostatite o altri tipi di infezione, infatti urinocultura, spermiocultura, ematologia-ematochimica completa etc. hanno dato esito negativo. Il dottore che mi segue mi ha allora consigliato un'ecografia peniena ed un ecocolor doppler asse iliaco-femorale. Cosa ne pensate? Avreste qualche suggerimento? Vorrei aggiungere che ogni notte quando mi sveglio a causa delle erezioni, sto cercando nella posizione supina di rilassarmi e "smaltire" l'erezione, ma è tutto inutile: almeno in parte il pene sembra perdere di consistenza ma rimane comunque "rigido" e quindi sono costretto ad assumere una posizione eretta ed aspettare. Saluti