Utente 949XXX
Buongiorno.
Domenica scorsa mio padre (77 anni) ha avuto un attacco febbrile. Nella notte ha iniziato ad accusare dolori al basso ventre ed ha avuto difficolta nella minzione. Il medico di guardia, parlando di prostatite, gli ha somministrato antibiotici e fatto una puntura di buscopan per il dolore.
La mattina successiva il medico di base dopo averlo visitato, ha prescritto il plasil e le analisi del sangue.
I valori sono risultati spostati in PCR, VES e creatinina.
Ha seguito di ciò il medico di base ha prescritto l'ecografia completa dell'addome con esito negativo. Sia il radiologo che il medico di base escludono la presenza di un tumore.
Dopo un paio di giorni di digiuno (e con dolori addominali a destra e sinistra) mio padre ha iniziato a mangiare e a regolarizzarsi con le feci.
Unica cosa che la sera dopo cena gli vengono dei dolori che passano quasi se mio padre va in bagno ma spariscono con la normale evacuazione mattutina.
A breve ripeterà gli esami del sangue.
Mi piacerebbe avere un vostro parere in merito.
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

è molto difficile visti i limiti di una valutazione a distanza, poter confermare o smentire quello che i nostri colleghi hanno affermato avendo avuto la possibilità di poter visitare suo padre.

la presenza di elevati valori di pcr e ves possono essere messe in relazione al processo flogistico che lei ha descritto.

io in realtà mi concentrerei sul capire l'origine dei sintomi.

e su questo i suoi medici stanno già lavorando.

mi tenga informato

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 949XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Mille dottore.
Lei cosa mi consiglierebbe di fare?
Capisco bene Che a distanza non può fare una valutazione oggettiva e precisa, ma lei non se la sentirebbe di escludere un tumore?
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

escluderlo al 100% no ma mi orienterei verso una patologia infiammatoria come una malattia diverticolare.

tale ipotesi dovrebbe però venire supportata da esami diagnostici mirati, che non posso richiederle per via telematica.

se vuole può leggere qualcosa in relazione a questa patologia su questo o sl mio sito (nel mio potrà trovare anche videoclip su interventi proprio per questa patologia).

mi tenga informato

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 949XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera dottore.
I parametri sono rientrati e I dolori quasi spariti. Il medico curante dice Che a breve passera tutto e poi per sicurezza faremo la visita da un chirurgo e magari una colonscopia. Ancora grazie per la sua gentilezza.
[#5] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
di nulla a presto

qualora dovesse eseguire la colon mi tenga informato.

cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 949XXX

Iscritto dal 2008
Certamente,
grazie mille dottore
[#7] dopo  
Utente 949XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore,
finalmente mio padre ha effettuato la colonscopia. esito ha una brutta diverticolite e gli hanno prescritto una cura.
Grazie mille ancora.
[#8] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
a distanza dall'episodio acuto bisognerebbe indagare la situazione più approfonditamente, proprio per i limiti sopra citati dovrebbe consultare il suo curante o uno specialista.

in questo modo potrà ottenere anche una terapia che dovrebbe essere eseguita mensilmente ogni mese.

mi tenga informato

cordiali saluti