Utente 112XXX
Gent.mi,
sono padre di un bambino di 5 anni che, da oramai 2 e più anni, accusa problemi respiratori con rinite, naso chiuso e ultimamente anche ai bronchi (che il medico ha definito “fischietto”). Il medico curante volta per volta gli ha prescritto vari medicinali ovvero, nei casi più gravi, antibiotici e attualmente prontinal + brocovaleas per aerosol, inoltre sta prendendo Immunicytal. Quest'estate l'abbiamo sottoposto anche a test allergologico nel quale è risultato positivo alla polvere, agli acari e al pelo animale... test per il quale, data l'età, personalmente nutro delle perplessità. (Siamo proprietari di un cane che vive per lo più in giardino ma che non sembra causare problematiche al bimbo).
Ora le domande sono:
1) se ce ne fossero, a quali analisi specifiche sottoporlo?
2) può la presenza di umidità e conseguente formazione di muffa in casa (solo nelle stanze da letto) provocare un aggravamento ossia il problema respiratorio stesso visto che si manifestano maggiormente in casa piuttosto che in altre circostanze (quest'estate è stato dai nonni ed è stato bene...). E se ciò fosse possibile da chi posso far valutare il problema dato che la casa è nuova e già sono in conflitto con il costruttore (5 proprietari su 6)? Posso rivolgermi alla ASL per una valutazione tecnica dell’abitazione? A quale ufficio specifico? Posso chiedere la consulenza dell'ARPA (Agenz. Reg. Prot. Ambientale)?
Ringraziando anticipatamente porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Credo che il problema principale sia l'allergia agli acari della polvere e quindi è necessario prendere misure per ridurre l'esposizione come coprimaterasso e copricuscino e uso di antistaminico alla sera.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dr. Schroeder, la ringrazio della pronta risposta e certamente sarà nostra cura procedere a quanto da lei dettato, cosa peraltro già eseguita (coprimaterasso e copricuscino).
Per quanto riguarda l'antistaminico abbiamo prenotato un ulteriore visita di controllo per la metà di novembre.

Il problema è comunque il risanamento dell'abitazione e il contenzioso che s'è aperto con il costruttore/venditore della medesima.

Capisco che forse questo non è il luogo adatto ma avendo immaginato che il problema sia di carattere ambientale e di salubrità ho pensato che la ASL fosse il punto di riferimento anche dal punto di vista legislativo per segnalare o quanto meno far valutare la situazione ed ecco quindi i motivi del mio consulto.

In sostanza problema di salute/allergia del bimbo a causa di un difetto costruttivo dell'abitazione: il problema di salute può essere contenuto dagli antistaminici e dalle procedure da Lei indicate ma il problema della casa a chi rivolgermi?

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
E' una questione difficile che bisogno portare avanti con l'ASL. Bisogna stabilire se esiste una condizione oggettiva che possa peggiorare un problema di salute.
Non ho nessuna esperienza in questo campo.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dr. Schroeder, la ringrazio di nuovo.
Spero di riuscire a trovare una soluzione con la ASL locale.
Cordiali saluti