Utente 176XXX
gentili dottori,
circa dieci giorni fa mi sono sottoposta alla seduta semestrale di igiene dentale professionale. Al momento della seduta, avevo la gengiva marginale inferiore leggermente arrossata (niente gonfiore, nè sanguinamento, se non davvero MINIMO al momento della seduta).Dopo una settimana, poichè l'arrossamento non diminuiva, ed essendo molto preoccupata per questo (HO GIà CHIESTO UN CONSULTO A QUESTO PROPOSITO) sono tornata dal dentista, che mi ha detto che non c'era nessuna gengivite nè nessun problema parodontale (il mio timore era questo, su internet si legge di tutto), che l'arrossamento era diminuito (vero) e che era dovuto in parte all'accumulo di placca (non eccessivo, comunque, a detta anche del medico) e in parte al fatto che gli spazi tra i denti dell'arcata inferiore sono molto molto stretti. In sostanza, quindi, è "normale" (cosa che, in passato, hanno detto anche altri dentisti). Sto facendo sciacqui con clorexidina; questa mattina il dentista mi ha riguardata e ha tolto ancora del tartaro (a mano). Poi, ha applicato un gel, credo antibatterico. Ha ribadito che non ho disturbi e che devo stare tranquilla. Poiché, però, la gengiva, anche se poco, resta arrossata, vorrei capire se è "normale" o se è il caso di preoccuparmi sul serio. La cosa mi rende molto inquieta, per questo vorrei sapere da voi. Grazie per l'attenzione!
[#1] dopo  
Dr. Sandro Compagni
24% attività
0% attualità
12% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Al momento starei tranquilla e rivaluterei col suo dentista dopo un'altra settimana.
Attenzioni alle abitudini che possono essere: il fumo, alcool, cibi, spezie o farmaci. Ne parli col suo odontoiatra.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Cerco di avere una corretta igiene orale, anche in viaggio (spazzolino, dentifricio salino, idropulsore, filo interdentale) e un'alimentazione più che corretta. Niente fumo, né alcool, né altre stranezze. Secondo lei, l'ipotesi del dentista (spazi interdentali molto molto ristretti)è corretta? Perché ho questo arrossamento se non ci sono problemi parodontali (per fortuna) né gengiviti (per fortuna)? In genere, nei periodi di stress, si scatenano reazioni psicosomatiche (spesso anche piccole afte): può essere legato a questo? Può avere conseguenze negative?
[#3] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
A distanza di cinque giorni, con igiene ancora più accurata (!) e sciacqui con colluttorio con clorexidina, l'arrossamento sembra LIEVEMENTE diminuito, ma non è affatto scomparso. Il dentista ribadisce che non ci sono problemi ma io sono ancora preoccupata: se è così da cosa può dipendere questo arrossamento? Cosa ne pensate?
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Se è presente un affollamento inferiore (denti accavallati) è norma avere un risentimento, seppur leggero, sulla gengiva marginale. Se il suo odontoiatra le ripete di stare tranquilla perchè non c'è nessuna gengivite in atto, ritengo dica la verità.
Continui con la sua ottima igiene domiciliare e stia, ripeto, tranquilla.
Cordialmente
[#5] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la disponibilità. In effetti, sì, c'è un affollamento inferiore. Comunque, poichè ero preoccupata, il dentista mi ha detto che mi avrebbe rivista a distanza di due settimane. Vi terrò informati :)
Grazie ancora.
[#6] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Gentili dottori, vi aggiorno della situazione. Dopo otto-nove giorni di sciacqui con clorexidina e modestissimoi risultati, poichè avevo ancora arrossamento e bruciore, non solo delle zone arrossate ma anche di tutte le pareti della bocca (in particolare sotto la lingua), ho consultato un altro dentista. Dice: che non ci sono gengiviti né problemi parodontali; che riscontra una "Infiammazione molto blanda"; di sospendere la clorexidina, in quanto inutile - se non dannosa (!)- e di limitarmi a sciacqui con l'idropulsore e qualche goccia di acqua ossigenata. Anche questo dentista dice che mi rivedrà fra quindici giorni.
Ora non ci capisco più molto, però sono preoccupata. Perché nessuno dei medici che ho visto riesce a risolvere questo arrossamento, se è così "banale" (forse, però, la risposta me l'ha data il gentilissimo dott. Muraca)? E, poi, perché questo "bruciore" diffuso (a volte, mentre mangio, mi si formano delle piccole abrasioni che si riassorbono nel giro di un'oretta, tra l'altro)? Grazie ancora per la pazienza:)