Utente 117XXX
sono una ragazza di 28 anni.
Mi scusi se la disturbo con le mie domande sul HpV. Spero troverá il tempo di rispondermi. La ringrazio anticipatamente.
Nel 2007 mi é stata riscontrata una lesione al collo dell´utero, tipo CIN 2- CIN 3, curata con successo tramite escissione. I successivi controlli hanno dato esito negativo, anche il test sul DNA. Questo, dopo la grande paura, mi ha ridato fiducia. Il mio attuale ragazzo é sano e non ha mai contratto l´infezione essendo stata io la sua prima e unica partner sessuale.
Ora peró sono spaventata di fronte alle notizie che leggo sui tumori del cavo orale e la loro connessione con il papilloma. Essere stata a contatto con un ceppo ad alto rischio (18) ha provocato la mia lesione al collo dell´utero. Questo stesso virus a quanto leggo puó avere infettato anche il cavo orale. Quanto tempo incorre mediamente tra l´infezione e lo sviluppo di un tumore orale ? C´é la possibilitá di capire se le cellule del mio cavo orale sono state infettate, cioé, in altre parole, se sono un soggetto a rischio ? Il fatto di essere soggetta a un lieve reflusso gastrico puó essere un fattore predisponente ?
Molte domande...mi scuserá. La ringrazio ancora.
Cordiali saluti.

ps. avevo giá postato una domanda simile qualche tempo fa, ma vorrei maggiori chiarimenti se possibile. Mi scuserete la paranoia
[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Rolla
28% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Il tumore associato ad HPV si puo' sviluppare solo dopo un lungo periodo di latenza (diversi anni dall'infezione iniziale). In caso di lesioni sospette, è possibile ricercare il DNA del virus anche a livello del cavo orale tramite un semplice tampone. Comunque la precedente positivita' ad HPV18 a carico della cervice uterina non la pone a rischio di un'infezione anche a livello del cavo orale ne' tantomeno una concomitante patologia da reflusso. La trasmissione è possibile solamente attraverso rapporti orali non protetti tra soggetti infetti.
Cordiali saluti