Utente 171XXX
Buongiorno, ecco il mio problema:
Con diagnosi di "stenosi del giunto pielo ureterale destro"
il 11/10/2010 sono stato operato per la pieloplastica con la tecnica laparoscopica. Tutto è andato perfetto. Mi preoccupa solo il fato che ancora oggi sento 1/3 dell'Emisfero sinistro della testa (sopra l'orecchio) intorpidito, non tutto ma solo la cute.
Il chirurgo mi ha detto che è dato dalla postura in cui stavo messo durante l'intervento (sdraiato sul lato sinistro) e passerà con il tempo.
Cosa faccio, devo aspettare ancora ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, nella mia esperienza, se si evidenzia qualche problema legato alla posizione laterale, può avvenire a livello della spalla/braccio. La testa,sopra l'orecchio poi, non mi sembra verosimile.
Ad ogni modo, ne parli con l'anestesista che l'ha addormentata ed ha curato la sua posizione intraoperatoria, è l'unico che può risponderle con certezza.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Si, ho avuto anche il dolore alla spalla sinistra, ma ora tutto ok.
Mi sembra difficile parlare adesso con l'anestesista per avere poi la stessa risposta del dottore.
Mi chiedo se un vaso schiacciato durante l'intervento potrebbe creare questo problema.
Un altro particolare di cui non ho parlato è che :
nei primi giorni dopo l'intervento premendo leggermente nella zona del muscolo splenio del collo sentivo i vasi in quell'area o forse i nervi, non era dolore ma come se attraverso loro passasse una carica elettrica.
Adesso non sento più quell'effetto e pensavo se con il tempo ritornasse tutto in norma.
Grazie dottoressa.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente, non è detto, anzi, che il suo anestesista, o un'altro del Servizio di Anestesia della Struttura dove è stato operato, le darebbe la stessa risposta. Se lo ritenesse opportuno, dopo averla visitata, potrebbe anche indicarle una terapia medica. Le ripeto che la localizzazione al capo è insolita anche se non impossibile, ma dato che gli altri sintomi sono sfumati per poi passare, anche questo dovrebbe risolversi: non è passato molto tempo dall'intervento.
Cordiali saluti