Utente 167XXX
Gentili Dottori,

a metà maggio scorso a seguito di fastidio/dolore al testicolo sx mi sono sottoposto a visita urologica. Il referto: "...con il color doppler assenza di reflusso venoso a sin., a riposo e assenza di reflusso venoso con Valsalva. Si segnala modesto aumento di volume dell'epididimo sx come da processo flogistico".
Mi è stato prescritto augmentin ed aulin (8gg. al mese x 2 mesi).

Ad agosto il controllo, post risultati spermiogramma e spermiocoltura. Quest'ultima è risultata positiva, attestando la presenza di stafilocco aureo. I sintomi intanto erano altalenanti durante l'assunzione dei farmaci, persistenti al termine (specie per l'antifiammatorio). Spermatozoi: 4.000.000/ml.

Il mio urologo mi ha quindi prescritto ciproxin (500 mg x 10gg + aulin a giorni alterni per 10 gg.). Dall'ecografia ha riscontrato un quadro clinico in miglioramento, nonostante la persistenza dei sintomi.

Al temine dei 10 gg., ho consultato il mio medico curante (l'urologo era in ferie), il quale mi ha fatto proseguire l'assunzione del ciproxin per 7 gg. (1000 mg/die).
Al quarto giorno, tutti i sintomi mi scompaiono (e siamo al 20 di agosto).

Il 7 settembre, ho eseguito spermiogramma, esame urine, spermiocoltura ed urinocoltura. Questi ultimi sono risultati negativi.
Il numero di spermatozoi è però precipitato a 500.000/ml.

Una settimana fa sono andato al controllo previsto. L'urologo mi consiglia di assumere ancora ciproxin per altri 7 gg., di rifare tutti gli esami entro novembre. Da una palpazione, ha rilevato che "l'epididimo sta rientrando nella normalità, non è più impastato come prima". Queste le parole usate.

Al momento, posso dire di stare fondamentalmente bene da 4-5 settimane. A volte, se sono seduto a lungo avverto un indolenzimento, un fastidio, quasi un senso di gonfiore. Idem, quando sono piegato (tipo per lavarmi la faccia).

Quando avverto alcuni sintomi, faccio impacchi caldo umidi, e per lo più tutto scompare.

Vi chiedo: che tempi devo considerare per una guarigione totale? E' consigliabile l'astinenza o un'attività sessuale regolare? A volte post eiaculazione avverto una sensazione di calore, mai delle fitte.

Sono inoltre preoccupato per il mio quadro fertilità.

Ringrazio tutti, e mi scuso se sono stato prolisso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

il suo liquido seminale mostra dei problemi abbastanza importanti e potrebbe avere difficoltà a fecondare.
Per la "epididimite" mi sembrerebbe che sia stata utilizzata una terapia , diciamo "un po' pesante" ( cosa classica quando si consultano medici diversi !) ma che sarà stata efficace se lei non ha fastidi
Si faccia in seguito seguire da un andrologo
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dott. per la risposta.
Credo che sarà importante il nuovo spermiogramma (previsto per novembre), post periodo di assenza di sintomi e di non assunzione di farmaci.
Non crede che i precendeti possano essere stati "alterati" dall'infezione in corso?
Cosa posso fare ancora per eliminare del tutto l'indolenzimento testicolare che talvolta mi prende? O ci vogliono solo settimane e tonnellate di pazienza?
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'indolenzimento può durare anche parecchie settimane.
Per questo è opportuno un nuovo spermiogramma
cari saluti