Utente 421XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 27 anni, con problemi di acne non grave.
Di seguito riporto il mio passato in termini di acne.
In età adolescenziale non ho mai avuto particolari problemi di acne, che ho curato sempre sotto controllo dermatologico con:
1. Minocin + creme antibiotiche (clindamicina/eritromicina)
2. Prodotti di pulizia per il viso associati a creme idratanti non comedogene.

Per un anno ho assunto Gracial, che mi ha fatto passare l'acne, ma mi ha causato gonfiore, aumento di peso e l'insorgere della cellulite, che non avevo mai avuto prima e di cui non riesco più a liberarmi.
Da ecografia risulta che non ho microcisti alle ovaie e gli esami ormonali, prescritti dal dermatologo da effettuarsi tra il 21 e il 24 giorno del ciclo, non hanno dimostrato particolari alterazioni.
Il dermatologo mi ha detto che POTREI risolvere il mio problema prendendo 6 mesi di Diane, sospendere per 3 mesi in cui fare esami di controllo, e prendere eventualmente altri 6 mesi di Diane. L'alternativa sarebbe quella di curare l'acne localmente, con Zinerit/creme.
Dati i precedenti effetti collaterali della pillola io vorrei evitare il Diane, dato che è una pillola pesante e non ho alcuna garanzia sull'efficacia di questa cura.
Tuttavia periodicamente l'acne si ripresenta sotto forma di brufoli sul viso, escludendo la recrudescenza che si presenta regolarmente una settimana prima dell'inizio del ciclo.
Cosa posso fare? C'è un modo di curare definitivamente l'acne o me la devo tenere così, reagendo solo quando si ripresenta?
Ringrazio e porgo distinti saluti.
Silvia
[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
sinceramente, ma è solo un mio parere e per giunta per via telematica, vedo un pò superata la terapia terapia con ciproterone (Diane) per l'acne. Da come la definisce lei, tra l'altro, non mi sembra un quadro grave e quindi la indirizzerei verso terapie nuove che oggi affiancano le classiche cure sistemiche e/o topiche con risultati molto incoraggianti. Sono trattamenti ambulatoriali che possono portare ad un netto miglioramento del quadro clinico in poche sedute e poi ad una completa guarigione. Si tratta sia dei laser a luce pulsata con manipoli per acne sia dei peeling superficiali e medi. Sarà il suo dermatologogo dopo un attenta visita a consigliarle il trattamento più idoneo al grado di entità della sua acne.
Sperando di esserle stata d'aiuto rimango a disposizione per eventuali chiarimenti.
Cordiali saluti

Dott.ssa Serena Mazzieri
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

personalmente - da dermatologo che segue il problea dell'ACNE da diversi anni, non mi sento in realtà di etichettare come "datato" l'utilizzo del CIPROTERONE ACETATO nella terapia dell'ACNE, come consigliatoloe dal clllega che ha potuto visitarla e valutare il suo stato clinico ed ormonale.

Ad oggi, deve sapere, l'ACNE non si cura più " a caso" ovvero con presidi terapeutici eguali per tutti, ma sguendo attentamente un ALGORITMO TERAPEUTICO e DIAGNOSTICO, poichè ogni acne è diversa si cura con diversi presidi.

Le valga sapere che molte mie pazienti hanno risolto l'ACNE con la sola terapia estroprogestinica in aggiunta al C.Acetato, mentre altre pazienti da me valutate per acne e con alle spalle precedenti utilizzi di tali terapie, non avevano sortito gli effetti desiderati, semplicemente poiché non avevano bisogno di queste terapie.

Esistono quindi, in associazione alle terapie specifiche altre -e molto innovative come la luce pulsata con terminali selettivi per ACNE- le quali riescono ad agire in compendio sulle fasi più importanti di questa patologia, ed hanno l'ulteriore vantaggio di essere ben accettate dalle e dai pazienti che a noi ricorrono per tali protocolli.

Cari saluti.
Dott.Luigi Laino
Ricercatore Dermatologo, Roma.
[#3] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2007
Ringrazio i signori medici che mi hanno risposto così rapidamente.
Preciso che la mia acne non è grave e nemmeno regolare, nel senso che alterno periodi in cui la mia pelle è pulita a periodi in cui ho degli sfoghi piuttosto violenti,solo in viso, che faccio fatica a contrastare con le normali creme ad uso topico.
Per questo motivo vi ho scritto, domandandomi se ci sia una soluzione definitiva, dato che le uniche manifestazioni a carattere regolare - e non di grave entità - sono le recrudescenze pre-ciclo e non ho problemi di carattere ormonale/ovarico.
Cordiali saluti.

Silvia
[#4] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
come già le ho consigliato esistono nuove metodiche alternative alle classiche terapie topiche e sistemiche. Pertanto la soluzione migliore è sottoporsi ad una nuova visita e parlarne con il suo dermatologo.
Ribadisco che personalmente non amo prescrivere il ciproterone acetato ( e cmq il collega che glielo ha prescritto avrà avuto senz'altro i suoi buoni motivi ) e preferisco risolvere l'acne con altri tipi di farmaci in associazione o meno con altre metodiche; solo dopo un'attenta anamnesi ed un'accurata visita generale decido eventualmente il contrario e ciò in considerazione degli effetti collaterali che gli estroprogestinici possono produrre in alcune pz. predisposte e che spesso sono peggio tollerati dell'acne stessa e quindi da non sottovalutare!
Cordiali saluti

Dott.ssa Serena Mazzieri