Utente 152XXX
Gentili Dottori,

più di un anno fa ho fatto un piercing sotto al labbro, senza avere mai gravi problemi.
Circa due settimane fa, mentre mi trovavo in America, il piercing si è "riattivato" ed ha cominciato ad emettere liquidi, oltre che ad arrossarsi e bruciare un po'.
Tornato in Italia l'emissione di liquido è diminuita drasticamente ma attorno al piercing, nella parte interna del labbro, si è formata una zona di pelle più rossa, un po' rigonfiata e abbastanza dura ma pressochè indolore.
Nella parte esterna si vede invece solamente un piccolo alone rosso attorno al piercing stesso.
Volevo pertanto chiedere: di cosa si tratta? Sono i postumi di un'infiammazione e pertanto col tempo se ne andrà? Oppure credete che l'unico modo per far sparire arrossamento e durezza sia attraverso l'eliminazione del piercing?
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Il piercing se da fastidio e provoca infiammazioni e infezioni deve essere eliminato.

Credo proprio che sia indispensabile.