Utente 923XXX
31 anni, longilineo, nessun precedente di cardiopatia in famiglia, non bevo, non fumo, mangio pochi grassi, pressione arteriosa a riposo 110/60 con un battito variabile tra 58 e 65 battiti al minuto, i miei esami ECG e ematici sono tutti nella norma, oserei dire perfetti; unica patologia il disturbo da attacchi di panico in seguito a stress post-traumatici avuti nel corso della mia vita che però tengo sotto controllo ormai da tempo con circa 1,25 mg. di Xanax al giorno. Una delle mie passioni sono gli sport di potenza e le arti marziali e anche le uniche attività che rompono la sedentarietà della mia vita.
Disturbo il personale medico di questo forum per un semplice quesito: Di quando in quando, per spezzare i soli allenamenti di potenza con i pesi o gli allenamenti al sacco, effettuo delle sessioni di cyclette. Premetto che nel sollevamento pesi non ho nessun problema, ma quando si tratta di effettuare esercizi aerobici prolungati mi viene facilmente il fiatone poichè non allenato per quel tipo di sforzo. Ora, proprio durante queste sessioni di allenamento aerobico con la cyclette mi capita -raramente- (una volta 3 anni fa, due volte l'anno scorso e una volta stamattina) che mi vengano dei dolori al torace che si irradiano al collo. Questi dolori o fastidi durano poco e si attenuano anche continuando lo sforzo fisico che sto sostenendo (anche se devo rallentare), ho pensato all'angina ma sinceramente non mi convince molto come spiegazione. Ho pensato anche che non essendo abituato a quel tipo di sforzo e avendo un gran fiatone tutto questo incamerare aria nei polmoni mi provoca un dolore di qualche tipo. Consigli?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Anche se non mi sembra vi siano particolari sospetti sull'origine del sintomo, le consiglio di praticare un test da sforzo massimale, per mezzo del quale si potranno monitorare le conseguenze cardiocircolatorie allo stress fisico e l'insorgenza di eventuali sintomi.
Cordiali saluti