Utente 178XXX
Salve, ho 42 anni. Da circa 3 mesi ho un molare cariato al quale è già sparita mezza corona superiore; non c'é gonfiore ma ho il sospetto che mi stia infettando il sangue visto la comparsa di alcuni fenomeni strani: braccio e gamba sinistra indolenziti, improvvise sensazioni di freddo addosso, un principio infiammatorio nel cavo orale. Temperatura corporea 36,3. In settembre ho avuto una forte influenza senza febbre che sta in esaurimento ma ai primi di ottobre a seguito di un'ultima giornata di mare mi ha provocato una forte lacrimazione oculare. Mi sto attivando per fare degli esami di routine a distanza di circa 3 anni, nel frattempo ho fatto un ECG ed è risultata un'Anomalia di ripolarizzazione in sede laterale alta su livello pressorio 140/90; consigliato un Ecocolordoppler e un test da sforzo al cicloergometro più un monitoraggio pressorio settimanale (3 volte al dì) in previsione applicazione holter. Ultimo rilevamento pressorio (21/10 ore 18:45) è 120/85. Stando a questo quadro clinico così complesso deduco che potrebbe essere un "semplice", si fa per dire, molare infetto a causare tutto questo e intervenire in pronto soccorso con la sua estrazione?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
vedere un nesso di causa ed effetto tra la malattia cariosa e le manifestazioni descritte sarebbe a dir poco azzardato: esistono diverse teorie e studi sulla 'malattia focale', ma il quadro clinico esposto sembra avere un'origine diversa (psicosomatica, infettiva,...).
Le consiglio comunque di sottoporsi alle cure che il suo dentista riterrà opportune il più presto possibile.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Cara Signora, se quello che lei suppone fosse vero, noi avremmo molto più lavoro! A parte la battuta, non esiste nessun nesso causale tra il molare cariato, che deve curare e non estrarre, e il corteo sintomatologico che presenta. Dovrebbe trattarsi più di un problema cardiocircolatorio.
Cordialmente
[#3] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Prima di tutto voglio precisare che sono un uomo e non una donna. Ringrazio le SV. per la pronta risposta. Sullo stato attuale del mio dente, scommetto ben poco che sia recuperabile e nonostante sappia quanto sia più utile mantenerlo che estrarlo sono più disponibile per la seconda ipotesi purché si arresti un'ipotetica infezione sanguigna. Quanto ad un problema cardiocircolatorio, durante la prossima settimana farò quanto prescrittomi. Sul monitoraggio pressorio il controllo alle 11:05 è stato 115/70.