Utente 353XXX
Salve, vi rivolgo un problema che da un po mi pesa... Non riesco a fare sesso con una ragazza la prima volta... Per spiegarmi meglio ci devo provare piu volte finchè non nasce una certa intimità e magari dopo qualche giorno riesco a fare sesso normalmente. Alle prime volte pur avendo direi una discreta voglia non riesco ad avere un erezione e la cosa mi pesa molto.. Ho provato con piu ragazze ma indicativamente la storia è sempre quella... Immagino che sia una questione di testa visto che nella masturbazione e nei rapporti con "ragazze gia conosciute" non ho problemi...
Mi rendo conto che è stupido ma vorrei evitare sedute psicologiche..non me la sento..
un farmaco che aiuti esiste?? magari naturale? che mi potete consigliare??
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Domenico Battaglia
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
carissimo paziente, il suo è un problema quasi normale, infatti è risaputo che le situasioni ansigene e stressogene inducono la secrezione di adrenalina che va ad inibire la capacità di erezione daltronde lei stesso ci dice che quando acquisisce familiarità le cose vanno a posto.
un farmaco, ne tanto meno sedute psicologiche non le vedo indicate,
invece quando ha una nuova partner perche non prova a sdrammatizzare il problema spiegandole che le prime due volte proprio per familiarizzare bisognerà avere un pò più pazienza o una stimolazione più lunga rassicurando la partner sulla transitorietà del problema.
si ricordi che spesso esporre un problema e condividerlo riduce di molto il peso e gli effetti del problema.
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2007
...si... in una situazione normale farei cosi... ma se devo dirla tutta da poco è terminata una relazione molto importante della mia vita e un po per paura un po per non so che preferisco le avventure... E le avventure sono avventure perche non durano molto...
Nn c'è proprio nulla per evitarmi queste figure?:(
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
sicuramente appare opportuno non sottovalutare la problematica da lei riportata. Pertanto non necessariamente "parlare e sfogarsi" o "sdrammatizzare" è sufficiente(d'altra parte se così fosse non riporterebbe in questa sede il suo problema): le consiglio pertanto una consulenza psicosessuologica presso un medico esperto in materia.
Cordialmente.
[#4] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2007
come gia ho scritto sopra mi vorrei evitare consulenze psicologiche anche perchè mi rendo conto che è un problema molto transitorio... nn esiste nulla di altro???
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Nessun problema organico mi sembra di capire caro signore!Parrebbe proprio una condizione di adattamento alla nuova partner. Non mi fossilizzerei sul problema visto che le volte successive tutto funziona bene. Cerchi magari un approccio più idoneo.
COrdiali saluti,
dott. Daniele Masala.
[#6] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

se non ritiene opportuna la consulenza psichiatrica, allora puo' certamente convivere con questo problema transitorio.


Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
[#7] dopo  
Dr.ssa Roberta Cacioppo
32% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
è vero che il suo problema è "transitorio" nel senso che dura solo per poco tempo, ma è anche vero che si presenta ogni volta che lei si approccia fisicamente a una donna con cui non ha mai condiviso l'intimità... quindi mi sembra che parlare di transitorietà sia un po' paradossale!

Colleghi medici le hanno già scritto che non esiste una cura farmacologica per il problema da lei lamentato, proprio perchè mi sembra possa avere delle cause fondamentalmente psicologiche.

Non abbia paura a rivolgersi a un esperto in materia: la sessualità è una dimensione personale che è importante vivere appieno, sia che si tratti di un lungo e profondo rapporto affettivo, sia che - come lei stesso scrive - si abbia voglia di vivere una "semplice" avventura!

Cordialmente,

Roberta Cacioppo
r.cacioppo@psicologia-milano.it