Utente 382XXX
Egr. Medici,

Buongiorno!

A seguito di un documentario inerente i tumori della pelle, vorrei chiedere gentilmente quali sono le misure preventive (inteso come esami da eseguire per la diagnosi precoce)che si possono adottare.

Io sono una ragazza di 28 anni, carnagione scura di natura (olivastra) e faccio parecchie lampade durante l'anno e d'estate mi piace prendere molto sole anche nelle ore piu' calde (a volte con conseguenti bruciature).
Presa coscienza della pericolosità di questo, sicuramente inizio da oggi a prendere il sole con attenzione ma vorrei sapere se c'è qualche cosa che posso fare per tenermi sotto controllo.

GRAZIE
Cordiali saluti,

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
per il melanoma dobbiamo pensare a due tipi di prevenzione: una prevenzione secondaria che è appunto la diagnosi precoce del melanoma e soprattutto ad una prevenzione di tipo primario che è rappresentata dall'acquisizione di corretti stili di vita, quindi evitare l'esposizione nelle ore centrali della giornata, non eccedere nell'uso di lampade abbronzanti ( se proprio non se ne può fare a meno!!) , utilizzare creme protrettrici adeguate al proprio fototipo cutaneo, evitare ustioni solari soprattutto in età pediatrica ed adolescenziale.
Per prevenzione secondaria, invece, si intende la visita presso un dermatologo che servirà sia per distinguere le lesioni melanocitarie da quelle non melanocitarie, sia per accertare se un soggetto presenta uno o più nevi con caratteristiche tali da essere seguiti nel tempo oppure asportati.
L'esame è indolore e non invasivo, normalmente il dermatologo utilizza un dermatoscopio manuale poi se una o più lesioni destano sospetto potrà decidere di acquisirle tramite un'apposita apparecchiatura che permetterà di analizzare con software specifici aspetti morfologici e dimensioni della lesione e di seguire eventuali cambiamenti nel tempo (mappa dei nevi).
E' buona norma sottoporsi ad un controllo dei nevi una volta all'anno anche se non si sono notati cambiamenti o camparsa di nuove lesioni. In caso, invece, di cambiamenti di colore, forma, dimensioni o di comparsa o regressione di alcuni nevi è bene anticipare il controllo.

Cordiali saluti

Dott.ssa Serena Mazzieri