Utente 178XXX
Buongiorno a tutti.

Da qualche anno ho una cista nel polso dx, questa si gonfia quando stresso il polso , in marzo ho fatto una ecografia che ha evidenziato una ciste delle dimensioni di circa 1 cm a livello del tendine estensore del III dito nel tratto carpale , da allora questa è diminuita di dimensione ma non del tutto come è avvenuto negli anni precedenti.
Il dottore che ha effettuato l'eco mi ha esposto i rischi che si corrono intervenendo chirurgicamente su di essa vista la presenza del tendine.
Volevo chiedere se nel mio caso si può intervenire in altro modo meno invasivo (artroscopica)se si a quale struttura ospedaliera posso rivolgermi nella regione Lazio o eventualmente anche altrove.

Grazie

Gianluca

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

in realtà, si tratta di un'ernia articolare (ganglio artrogeono o ganglio artro-sinoviale), cioè un'estroflessione della capsula articolare del polso.

Non ha origini dal tendine nè è corretto definirla cisti, perchè è appunto una vera e propria ernia (anche se molti, comunemente, usano il termine di cisti).

Io consiglio di toglierla solo se dà fastidio o è troppo voluminosa; può essere tolta a cielo aperto o in artroscopia.

Il rischio di una recidiva esiste e non può essere completamente azzerato, qualunque tecnica venga utilizzata per toglierla.

Può rivolgersi ai seguenti Centri di Chirurgia della Mano:

http://www.sicm.it/dett_centro.html?id_centro=22

http://www.sicm.it/dett_centro.html?id_centro=50

http://www.sicm.it/dett_centro.html?id_centro=30

http://www.sicm.it/dett_centro.html?id_centro=49

Cordiali saluti.