Utente 369XXX
Gentili dottori, ho contratto il cmv di recente. Il 31/07 i valori erano IgG (Clia) 0,6 ( neg. <0,4, pos. >0,6) e IgM (Clia) 76 (pos. >30), IgM (Elfa) Presenti. E' risultato presente anche l'Epstein-Barr Virus (S-Viral Capsidic Ag IgM Clia Assenti, IgG Presenti; S-E.B. Nuclear Ag IgG Clia Presenti). A breve rifarò gli esami pervedere l'evoluzione del virus ma intanto vorrei sapere quanto dura l'incubazione e l'infettività dello stesso per sapere se potrei avere contagiato la mia compagna. E' possibile il contagio con un rapporto sessuale? Se lei fosse rimasta incinta (è immune dal cmv) correrebbe meno rischi in caso di reinfezione? Se volessimo programmare un figlio basterebbe aspettare cHe le mie Igm siano assenti?
Grazie del consulto
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentilissimo paziente la mononucleosi da EBV è una cosa pregressa e per questo è immunizzato( IgG anti EBNA). Riguardo la forma da CMV è in corso. Il virus nell'organismo è praticamente ubiquitario, anche se maggiormente rappresentato nella saliva. Per quanto riguarda la gravidanza vi consiglio di attendere, poichè in caso di malattia materna il virus nei primi mesi è altamente teratogeno. Se la signora fosse invece immune, cioè avesse IgG per CMV, può stare assolutamente serena. I liquidi corporei sono infettanti molto a lungo, mesi.
Marcello Masala MD
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2007
Ho rifatto le analisi e ora attendo l'esito. Nel caso le IgM fossero assenti sarei ancora infettivo? Quali sono i tempi precisi di incubazione e di infettività del virus?
Grazie
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
La possibilità di trasmettere il virus non si correla nè con la guarigione clinica nè con la comparsa dell'anticorpo, peraltro igG e non IgM. Il periodo d'incubazione è da due a quattro settimane. Si considerano 60 giorni dopo la guarigione clinica come periodo di potenziale trasmissibilità del virus.
Marcello Masala MD