Utente 178XXX
Salve sono un ragazzo di 27 anni da circa due mesi avverto delle pulsazioni al petto abbastanza fastidiose sia perche' continue sia perche' il tutto mi provoca anche una specie dolore livido al petto. Sono abbastanza preoccupato perche' si tratta del cronicizzarsi di un problema che ho da circa un anno che pero' si verificava soltanto dopo un rapporto sessuale e poi dopo qualche ora svaniva del tutto. Adesso invece anche se cammino troppo o salgo le scale mi sento gonfio, e quando mi fermo e mi riposo sento pulsare, come un fastidio alla circolazione. Premetto che non ho mai sofferto di cuore anche se da sempre ho praticato pochi sport e al massimo un po' la palestra. Il tutto e' nato circa un anno fa dove, in seguito ad un rapporto sessuale dopo aver fatto palestra, ho avvertito un senso di peso e indolensimento al petto che poi in seguito ho notato che si ripeteva sempre dopo altri rappoti. Dopo alcuni mesi questa specie di ischemia al petto e'andata via ma via via e' continuato, in un punto che era (3-4 cm a destra del capezzolo sinistro) un po' piu' indolenzito dagli altri, un senso di pulsazione e fastidio alla circolazione sempre dopo un rapporto. Ho fatto quasi tutti gli esami cardiaci(ecodoppler, egc, ecg da sforzo, rx torace) ed e' risultato tutto negativo. Adesso pero' non riesco piu' a farlo passare e se continua cosi' credo ricorrero' ad una tac del torace anche perche' l'area pulsante e' aumentata, a volte sento pure' fastidio nel respirare sento cioe' il polmone che tocca qualcosa mentre respiro che poi torna a posto,o al contrario trattenendo il respiro sento qualcosa che pulsando si espande e ritira seguendo il ritmo cardiaco, sento anche un po' di dolore irradiarsi nei nervi a sinistra del collo cosi' come avverto qualcosa che pende e che da fastidio a seconda del fianco in cui dormo. Piu' raramente ho avvertito un strano dolore in un punto preciso della parte sinistra della schiena sempre alla stessa altezza. Cio' che temo e' un aneurisma toracico ma chiedo un vostro parere...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
tenuto conto della assoluta negatività degli esami cui si è sottoposto e considerata la sua sintomatologia, del tutto atipica per patologia cardiaca, non si avvedono motivi validi per ipotizzare alla presenza di un aneurisma aortico o altro. Si confidi con il suo curante, sicuramente le rassicurazioni verbali varranno molto di più di un semplice consulto on line.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Dottore ma se il problema persiste cosa mi consiglia di fare? mi da abbastanza fastidio perche' non passa mai. Non ho aritmie, soffi e altre cose e quindi non ho mai pensato di avere problemi col cuore ma leggendo la difficolta diagnostica per gli aneurismi gli volevo domandare se alla luce degli esami effettuati si puo' totalmente escudere la presenza di un aneurisma.
Grazie
[#3] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010

Salve, alla fine, visto il caso dubbio e avendo in mano una ricetta per tac scritta dal mio medico (senza pero' una diagnosi precisa), ho deciso di aspettare un po' per vedere se miglioravo. Adesso pero' son passati 8 mesi e un giorno senza il problema sudetto non c'e' stato. Cosa mi consigliate di fare?