Utente 422XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 20 anni. Fra 2 settimane dovrei sottopormi ad un intervento di IVG. Purtroppo sono terrorizzata dall'anestesia generale. Non dormo la notte, penso solo a quello, piango continuamente.
Non mi tranquillizza il fatto che i casi di morte siano pochi, perchè comunque lo schock anafilattico non si può prevedere in nessuno.
Io sto praticamente impazzendo, l 'anestesia generale è una cosa che mi ha sempre terrorizzato, anche quando ero piccola. Penso che dalla paura, non mi farò operare, anche se sono consapevole che è un comportamento di una persona immatura.
volevo comunque chiedere se è possibile farsi fare per questo tipo di intervento, l'anestesia loco-regionale, siccome mi spaventerebbe molto meno.

cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Igor Bacchilega
20% attività
0% attualità
0% socialità
IMOLA (BO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2005
L'intervento di IVG è in genere molto veloce, della durata di circa 5-10 minuti. Per questo tipo di intervento l'anestesia più frequente è quella generale con farmaci per endovena. In pazienti sani, senza problemi di salute rilevanti questo tipo di anestesia è molto sicura.
Le allergie sono possibili con tutte le tipologie di farmaci. Anche i farmaci anestetici possono dare origine ad allergie, ma per lo più piccole reazioni cutanee a rapida risoluzione. Lo shock anafilattico dopo la somministrazione di anestetici generali è un evento rarissimo e quindi le consiglio di non darci eccessiva rilevanza.

Esistono comunque alternative all'anestesia generale. Si potrebbe procedere ad anestesia subaracnoidea (la così detta spinale) anche se francamente la riterrei eccessiva per un intervento di durata così limitata, dal momento che rimarrebbe a letto in attesa che le gambe si risveglino completamente per almeno 3-4 ore.

Esiste anche la possibilità di svolgere l'intervento con il blocco paracervicale (consiste in una iniezione di anestetico locale ai lati del collo dell'utero), che può essere effettuata da un anestesista o anche dal ginecologo stesso. Non in tutti i centri viene praticato.

Prima dell'intervento dovrà essere visitata dall'anestesista della struttura, in quella occasione potrà richiedere tutte le informazioni aggiuntive di cui ha bisogno. L’anestesista deciderà il piano di anestesia più adeguato alle sue necessità.

Cordiali saluti.

[#2] dopo  
Dr. Dario Galante
24% attività
4% attualità
16% socialità
FOGGIA (FG)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Cara amica,

non entro nel merito della sua decisione di interromepre la gravidanza (me ne guarderei bene, deve decidere lei) ma mi consenta una battuta che mi viene spontanea: tenga quel figlio, eviterà l'anestesia generale e potrà fare il parto indolore oppure , se necessario, il cesareo in locoregionale come lei desidera ed avrà fra le braccia un pargoletto che le farà passare tante belle giornate della sua vita. Mi scuso ancora per la digressione...vengo al dunque

Si avverte che lei è molto tesa e nervosa e, per esperienza, mi creda, a volte l'anestesia locoregionale non serve a tranquillizzare il paziente. Lei sarebbe comunque spaventata, e tanto. L'anesteia generale è oggi sicura ed affidabile e dura, nel suo caso, pochi minuti durante i quali avrà un sonno indotto da farmaci che conferisce una sensazione piacevole e che non deve spaventarla. Mentre lei dorme il tempo che trascorre è di fatto nullo, al risveglio non si accrgerebbe se sono trascorsi 10 min. o 5 ore e non avrà dolore.
Spegnere un fiammifero con un ventilatore è eccessivo.....così come è esagerato fare una spinale/peridurale per un'interruzione di gravidanza.
Per certi aspetti, non mi dilungo su quali perchè sarebbero tanti, anche nel suo caso l'anestesia generale (che non è profonda, non si intuba !!! nè si curarizza, badi bene! E' una sedoanalgesia particolare) potrebbe addirittura essere più sicura della locoregionale sia per aspetti chirugici che anestesiologici.
Mi promette che si farà risentire per farci sapere copme è andata?
La saluto cordialmente


[#3] dopo  
Dr. Alessandro Accattatis
16% attività
0% attualità
0% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
Cara utente,
segua il consiglio del dott. Galante: per effettuare un'interruzione di gravidanza si esegue una sedazione che non richiede l'intubazione, ed è estremamente sicura. Il trattamento dura in tutto 10 minuti, trascorsi i quali lei si risveglierà come da un sonno piacevole.
Cari saluti, Dr. Accattatis
[#4] dopo  
Dr. Gerardo Fabio Rubino
28% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2005
cara amica
come le hanno gia scritto i miei colleghi ,non deve avere paura dell'anestesia generale che nel suo caso è di qulche minuto.
pensare all'anestesia locoregionale per questo tipo di intervento non ha molto senso e come hanno gia detto gli altri non servirebbe a tranquillizzarti .
anch'io non entro nel merito delle tua scelta comunque legittima ma la paura che traspare sembra più legata al''intervento(ivg) che all'anestesia vera e propria
il mio consiglio è quello di affidarti in primis all'anestesita che ti viditerà prospettandogli i tuoi timori ma forse hai bisogno di un'altra figura genitori amica psicologo che ti aiuti a fare chuarezza in te e valutare le scelte migliori
in bocca al lupo
DR Rubino