Utente 178XXX
Gentili Dottori

50 giorni fa, a causa di un incidente con il frullatore a immersione, ho riportato vari tagli sulla terza falange (punta) dell’indice sinistro. Al PS mi sono stati applicati fra i 10 punti e i 15 punti in totale sui vari tagli, che mi sono stati tolti dopo 10 giorni. Ho vari tagli anche sull’unghia.

Le cicatrici sono guarite. Riesco a muovere il dito e se non lo tocco non ho sensazione di fastidio, però avverto delle protuberanze interne in corrispondenza delle cicatrici che mi fanno male e mi creano un formicolio quando le premo. Continuo a portare un cerotto per evitare il contatto con gli oggetti perché il contatto mi dà un fastidio simile al dolore.

Vorrei sapere se è normale avere dolore e formicolio dopo 50 giorni e se possono essere stati coinvolti tendini o tessuti nervosi.

In attesa di una vostra risposta vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' possibile che alcune terminazioni nervose sensitive siano rimaste intrappolate nel tessuto cicatriziale che si è formato nelle varie ferite. Faccio comunque fatica a pensare che sulla punta di un dito ci stiano 10-15 punti. Le consiglio di consultare chi L'ha operata per una valutazione diretta, potendosi a distanza fare solo ipotesi, e per fare della fisioterapia mirata.
Cordiali saluti