Utente 423XXX
Salve

Sono un ragazzo di 20 anni e per potervi fornire un quadro clinico il più preciso possibile,devo premettere che all’età di otto anni sono stato sottoposto ad intervento chirurgico con incisioni prepuziali a causa di una fimosi. Un anno fa ho riaccusato gli stessi problemi di fimosi con un progressivo peggioramento, fino a non poter più far scorrere il prepuzio in erezione. Tre mesi fa mi sono convinto e ho fissato appuntamento da uno specialista per potergli esporre la situazione. La visita ha confermato la presenza di una fimosi e di un frenulo breve per cui si rendeva necessario un nuovo intervento (CIRCONCISIONE + FRENULOTOMIA) che a detta del chirurgo era banale e senza problematiche post-operatorie. L’operazione è stata effettuata un mese fa e nella carta delle dimissione era riportato quanto segue: applicazione di Gentalyn Beta x 7gg, Non bagnare la zona per 10gg, caduta dei punti entro 25 gg.
Non mi sono state fissate visite di controllo,perché ritenute inutili, dicendomi che se proprio avevo bisogno potevo fissare appuntamento dopo 2-3 mesi. A distanza di 5 gg sono dovuto andare privatamente dal chirurgo per la presenza di un glande di colore bianco,sensibilità e di una strozzatura che mi procurava dolore .La risposta è stata : “normali esiti post intervento”. A distanza di 4 settimane ho ancora:1) tre punti inseriti sulla zona del frenulo -2) una “corona “dove vi erano i punti, voluminosa e dura -3)dove c’era il frenulo ho la presenza anche se lieve di pus(colore giallo) -4) il glande è ancora di colore biancastro -5) I primi 4 mm di pelle che vi sono al di sotto della corona tutto attorno al pene,specialmente dorsalmente,sono rigidi / tesi, al tatto facilmente distinguibili come se vi fosse un elastico stretto. In erezione mi provoca una sensazione dolorosa in quanto sento tensione.
Le domande che volevo porvi sono le seguenti: -Il decorso è normale o tra i problemi che ho elencato vi è qualche anomalia? Posso contrastare questi problemi con qualche pomata o lavaggi? La tensione che sento può essere dovuta ad una rimanenza prepuziale? Devo preoccuparmi o posso stare tranquillo perché pensare di aver effettuato un secondo intervento inutilmente, psicologicamente mi demoralizza non poco!La struttura non mi da delucidazioni, minimizzando al telefono che è tutto normale,anche il chirurgo che ho rintracciato faticosamente al telefono non sembra dare importanza a questi problemi. E’ veramente tutto nella norma? Il mio medico mi ha preparato una ricetta per una visita ma devo aspettare l’ultima settimana di ottobre perché prima non c’è posto!
Vi ringrazio in anticipo per i consigli e chiarimenti che potrete darmi, perché sono molto preoccupato.
Grazie e scusate per l’estensione del consulto
Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

il quadro che ci ha descritto può rientrare nel possibile decorso della circoncisione; è peraltro difficile se non impossibile giudicare via web quello che ci dscrive come "pus".
Ritengo comunque che se non è convinto della regolarità del decorso postoperatorio possa esigere un controllo postoperatorio da chi la ha operata o da un membro della sua equipe in tempi rapidi (che non sono certo la fine di Ottobre).

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#2] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore Grazie mille per la sua risposta

Ho descritto come "pus" una sostanza giallastra che è presente a livello del frenulo asportato.Da 2gg ho provato ad applicare aeuromicina per contrastare il fenomeno e sembra che qualcosa stia passando.
Quello che mi preoccupa maggiormante sono la corona, il glande di un colore biancastro(sembra esservi una pellicola esteriormente) e i primi 4 mm di pelle tesi. Ho il timore che possa trattarsi di una rimanenza del prepuzio.I primi mm di pelle dopo questo tipo di interventi ne risentono oppure l'elastità dovrebbe essere immutata in tutte le aree del pene?

grazie
Cordiali Saluti