Utente 173XXX
egr. dottore,diagnosi aneurisma bulbo aortico. Coronaropatia bivasale. uomo 74 anni.dopo arterografia coronarica con catetere : Coronaria sinistra:
tronco comune esente da stenosi. interventricolare anteriore esente da stenosi. circonflessa: diffusa ateromasia ed ectasia;stenosi del 70% al tratto prossim di ramo marginale ottuso, seguita da tratto ectasico.
Coronaria dx : ateromasia diffusa; placca ulcerata al tratto prossimale seguita da segmento aneruismatico.
AORTOGRAFIA: AORTA ACENDENTE ECTASICA (49MM A LIVELLO DEL BULBO) INSUFFICIENZA AORTICA 2+/4+ .

SECONDO LEI che tipo di intervento bisognerebbe fare. cosa significa possibile procedura ibrida su aorta. eventuale rivascolarizzazione coronarica?
l'intervento è necessario? che tipo di intervento? cuore aperto? circolazione extracorporea? Quali sono i rischi se si interviene? e se si lasciasse tutto così? a che cosa si andrebbe in contro?
Grazie come sempre anticipatamente per la sua cortese risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
In linea di massima, l'aorta ascendente si sostituisce quando supera 50 mm (o 45 mm in caso di valvola aorta bicuspide). Quindi il signore è al limite dell'indicazione chirurgica. Inoltre è presente una lesione critica sulla coronaria marginale.
Il mio consiglio è eseguire un'angioTC torace che è la metodica più affidabile per definire diametro e qualità dell'aorta. Con questo esame e con la coronarografia andate da un cardiochirurgo per una consulenza.
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dott. Bardi,
Le specifico che l'angio Tac è già stata effettuata.I medici ritengono di dover intervenire anche se inferiore a 50 mm perchè l'aneurisma è aumentato notevolmente di dimensione da un anno a questa parte.
Cosa significa lesione critica sulla coronaria marginale?

Potrebbe darmi risposta ai seguenti quesiti? :
- cosa si intende per procedura ibrida su aorta. eventuale rivascolarizzazione coronarica?
- intervento secondo Lei è necessario? che tipo di intervento: cuore aperto - circolazione estracorporea?
- Quali sono i rischi se si interviene?
- e se si lasciasse tutto così? a che cosa si andrebbe in contro?
In attesa di una Sua cortese risposta La saluto cordialmente.
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Procedura ibrida vuol dire intervento chirurgico di sostituziona dell'aorta e successiva angioplastica sulla coronaria. L'intervento di sostituzione dell'aorta avviene ovviamente sempre in circolazione extracorporea. I rischi sono legati sia al tipo di intervento sia alle condizioni preoperatorie del paziente: impossibile quantificare il rischio senza una valutazione corretta del paziente (e ovviamente con un computer non è fattibile...). La crescita di un aneurisma aortico è intorno a 1-2 mm all'anno: se è maggiore, capisco l'esigenza di intervenire. Bisognerebbe sapere il diametro di 6-12 mesi fa. Lesione critica sul marginale vuol dire un restringimento importante (maggiore del 70% del diametro) su un ramo della coronaria circonflessa, il ramo marginale appunto, perche decorre sulla parete laterale del cuore.

Cordiali saluti