Utente 173XXX
egr. dottore,diagnosi aneurisma bulbo aortico. Coronaropatia bivasale. uomo 74 anni.dopo arterografia coronarica con catetere : Coronaria sinistra:
tronco comune esente da stenosi. interventricolare anteriore esente da stenosi. circonflessa: diffusa ateromasia ed ectasia;stenosi del 70% al tratto prossim di ramo marginale ottuso, seguita da tratto ectasico.
Coronaria dx : ateromasia diffusa; placca ulcerata al tratto prossimale seguita da segmento aneruismatico.
AORTOGRAFIA: AORTA ACENDENTE ECTASICA (49MM A LIVELLO DEL BULBO) INSUFFICIENZA AORTICA 2+/4+ .

SECONDO LEI che tipo di intervento bisognerebbe fare. cosa significa possibile procedura ibrida su aorta. eventuale rivascolarizzazione coronarica?
l'intervento è necessario? che tipo di intervento? cuore aperto? circolazione extracorporea? Quali sono i rischi se si interviene? e se si lasciasse tutto così? a che cosa si andrebbe in contro?
Grazie come sempre anticipatamente per la sua cortese risposta.
[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
In linea di massima, l'aorta ascendente si sostituisce quando supera 50 mm (o 45 mm in caso di valvola aorta bicuspide). Quindi il signore è al limite dell'indicazione chirurgica. Inoltre è presente una lesione critica sulla coronaria marginale.
Il mio consiglio è eseguire un'angioTC torace che è la metodica più affidabile per definire diametro e qualità dell'aorta. Con questo esame e con la coronarografia andate da un cardiochirurgo per una consulenza.
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dott. Bardi,
Le specifico che l'angio Tac è già stata effettuata.I medici ritengono di dover intervenire anche se inferiore a 50 mm perchè l'aneurisma è aumentato notevolmente di dimensione da un anno a questa parte.
Cosa significa lesione critica sulla coronaria marginale?

Potrebbe darmi risposta ai seguenti quesiti? :
- cosa si intende per procedura ibrida su aorta. eventuale rivascolarizzazione coronarica?
- intervento secondo Lei è necessario? che tipo di intervento: cuore aperto - circolazione estracorporea?
- Quali sono i rischi se si interviene?
- e se si lasciasse tutto così? a che cosa si andrebbe in contro?
In attesa di una Sua cortese risposta La saluto cordialmente.
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Procedura ibrida vuol dire intervento chirurgico di sostituziona dell'aorta e successiva angioplastica sulla coronaria. L'intervento di sostituzione dell'aorta avviene ovviamente sempre in circolazione extracorporea. I rischi sono legati sia al tipo di intervento sia alle condizioni preoperatorie del paziente: impossibile quantificare il rischio senza una valutazione corretta del paziente (e ovviamente con un computer non è fattibile...). La crescita di un aneurisma aortico è intorno a 1-2 mm all'anno: se è maggiore, capisco l'esigenza di intervenire. Bisognerebbe sapere il diametro di 6-12 mesi fa. Lesione critica sul marginale vuol dire un restringimento importante (maggiore del 70% del diametro) su un ramo della coronaria circonflessa, il ramo marginale appunto, perche decorre sulla parete laterale del cuore.

Cordiali saluti