Utente 157XXX
Gentile Staff,
sono una signora di 36 anni figlia di ipertesa, da circa 3 anni durante il cambio di stagione autunnale la mia pressione,che di solito è sempre bassa, si alza toccando i 140/90 e comincio a star male (confusione,calore,mal di testa), sto prendendo un diuretico (moduretic).La pressione s abbassa momentaneamente e poi si rialza. Pensa che sia ereditario o sintomo di patologia? Gli esami effettuati sono tutti nella norma, a parte sideremia e ferritina basse a causa di cicli mestruali abbondanti. Ho fatto anche gli esami di tempo di trotrombina E 1M risulta essere 100%, il massimo è 100, è normale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non penso che siano i valori di PA che lei riporta a darle quei sintomi. Tuttavia, data la familiarità , le conviene sottovalutare la situazione. La terapia diuretica NON è indicata, deve mangiare con poco sale e ridurre il peso corporeo. Cammini almeno un'ora al giorno. Se , nonostante avesse fatto cio di cui sopra, i valori della diastolica fossero ancora di 90 mmHg o più penso convenga intraprendere una tappai anti ipertensiva. Cordialità.
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
La ritenzione idrica può centrare? Per quanto riguarda i farmaci ipertensivi, il cardiologo dice di aspettare visto che i valori non sono sempre alti.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Iniziare con un diuretico non ha senso e può creare seri problemi. Deve mangiare sciocco e bere molta acqua. Esattamente il contrario di assumere diuretici.
[#4] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio,dottore, le volevo anche dire che ho notato questo innalzamento della pressione quando esco (abito in una città) e in mezzo al traffico, noto che si alzano i valori suddetto. Mentre quando mi allontano dal centro verso le campagne la pressione risulta normale, anche quando sto a casa a riposo. Ho pensato d avere,forse, il cortisolo alto, che mi provoca stress. In passato ho deficit di progesterone. E ho assunto Primolut. Che esame posso fare per dosare il cortisolo? inoltre non capisco il mio aumento di peso ,visto che mangio pochissimo ,ho fatto gli esami tiroidei e risultano nella norma.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Puo' consultare il suo medico per il dosaggio della cortisolemia.
le garantisco tutavia che l'aumento di peso nella stragande maggioranza dei casi e' legato al fatto che introduciamo con l'alimentazione piu calorie di quante ne utilizziamo.
1800 calorie al di (una dieta "da fame"...) possono essere anche eccessive per una vita sedentaria. Pensi che per "bruciare" 500 calorie occorre uno esercizio fisico definito strenuo per un'ora.
Ed in effetti, non per banalizzare la cosa, ma per dare un'immagine realistica, non vedra' mai una persona in sovrappeso tra quei poveri disgraziati che arrivano in Italia sui barconi.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org