Utente 179XXX
Gentili dottori,

ho 23 anni
Adesso da qualche mese sto con un'altra e da allora sono sorti alcuni problemi.
Ogni volta che facciamo l'amore col sesso orale non ho problemi, durante l'atto in se per se non ho problemi tengo sempre l'erezione, ma ogni volta che devo cambiare posizione prima della penetrazione perdo spessissimo l'erezione e in quei frangenti mi sento molto ansioso. E sempre una nuova stimolazione orale fa riprendere il rapporto.

P.S. una volta avvenuta la penetrazione non ho problemi finchè non si decide di cambiare posizione. FIno a due anni fa con l'altra ragazza, quasi zero problemi.
E' diventato un incubo questo fatto

cosa si puo fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

il primo passo è sentire il suo medico curante e poi a ruota un esperto andrologo .

Detto questo poi il suo problema erettivo sembra avere alcune caratteristiche psicologiche e relazionali da valutare attentamente.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
mi associo al Dr.Beretta nella risposta.
Escluse cause organiche, associate alla vulnerabilità della sua erezione, sarebbe opportuno comprendere a livello del suo immaginario, il significato simbolico, dell'orifizio orale e vaginale ;quest'ultimo, spesso abitato da angoscie arcaiche e poco elaborabili senza un adeguato supporto specialistico.
L'ansia da prestazione, fa il resto.
Un saluto