Utente 173XXX
Gentili dottori, buongiorno. Sono un ragazzo di 23 anni. Scrivo per avere una conferma o meno riguardo una diagnosi di cisti arrossata, morbida e non dolorante, spuntatami sul cuoio capelluto circa 5 mesi fa. Due mesi fa, vedendo che non si ritirava, presi appuntamento e mi recai da uno specialista. Il dermatologo mi disse che non mi dovevo preoccupare, con un paio di infilatrazioni di fibrina si sarebbe ritirata. Così, ho iniziato le iniezioni, distanziate di 15 giorni l'una dall'altra. Subito dopo la puntura, la cisti diminuisce un pò di dimensioni, ma poi torna come prima. Una settimana fa tagliandomi i capelli, per sbaglio, ho toccato anche la cisti, dalla quale è uscito molto sangue (figuratevi che mi sono sporcato tutta la guancia, e stavo per andare in ospedale, perchè non riuscivo a fermare l'emorragia in nessuno modo). Tra quattro giorni avrei l'ennesiva infiltrazione. A questo punto mi chiedo, possibile che il dermatologo abbia sbagliato diagnosi? Qui la cisti è sempre rossa,visibile, con un diametro di 1cm, mordida e carica di sangue, a mio avviso. Le infiltrazioni, secondo voi, andrebbero continuate?
Grazie a tutti coloro che risponderanno

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile utente solitamente le neoformazioni cistiche(cisti trichilemmale?) se non infiammate possono essere lasciate in sede, se si decide per l'ablazione questa deve essere chirurgica con relativo esame istologico.
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta, domani darò l'ultima visita dal dermatologo e poi decideremo insieme se rimuoverla. La mia preoccupazione più grande è che è piena di sangue.
Cordiali saluti