Utente 179XXX
Salve,sono un ragazzo di 26 anni e da circa 4 anni accuso fastidio al testicolo sinistro,dopo vari ecodoppler mi è stato riscontrato un varicocele di 1 grado però che non incideva sul liquido seminale e troppo lieve per operarlo, solo ke in tre spermiogrammi che ho fatto risultava sempre la viscosità aumentata,allora l'ultimo urologo con cui ho parlato mi ha dato una cura di 5 mesi di antibiotici perchè sostiene che si tratta di prostatite dato che in alcuni periodi ho anche bruciore durante la minizione e sempre il vecchio fastidio al testicolo. vi allego il mio ultimo spermiogramma di Ottobre 2010:
Giorni astinenza 4
Colore Biancastro
Volume 2,3
tempo fluidificazione 15 minuti
viscosità aumentata
emoglobina assente
ph 7,8
totale nemaspermi 117 milioni/eiac
nemaspermi 51 milioni/ml
cellule rotonde 1,o
cellule epiteliali assenti
leucociti assenti
emazie assenti
vitalita dopo 1 ora 70%
dopo 2 ore 60%
dopo 3 ore 50%
forme fisiologiche 90%
forme patologiche 10%
agglutinazione testa a testa 0%
coda-coda 0%
miste 1%

in base a questi dati volevo sapere se la possibile prostatite sia un fatto grave e soprattutto se dopo i 5 mesi di cura posso avere miglioramenti.

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho delle forti perplessita' sulla diagnosi di un fenomeno flogistico/infiammatorio delle vie seminali (uretro-prostato-vescicolite) basato sulla sola determinazione della presenza di leucociti nel liquido seminale,peraltro incompleto e non rispondente ai criteri consigliati dalla OMS.Non vedo l'esito della spermiocoltura e,quindi,credo che vi sia stato un fraintendimento tra Lei ed il collega.Ci aggiorni in merito.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore la ringrazio per la risposta,ma l'urologo con cui ho parlato si riferiva alla viscosità aumentata che è segno di infiammazione,aggiunto al fatto che io ogni tanto ho problemi a urinare completamente eccetera,ha pensato fosse prostatite però non mi ha consigliato la spermiocultura. ma lo spermiogramma riportato prima secondo lei è da considerarsi nella norma a parte il valore della viscosità?
cordiali saluti