Utente 157XXX
Salve a tutti i dottori.

Sono un ragazzo di 26 anni e volevo chiedere un consulto e dei consigli sullo strabismo in generale. Ho cominciato ad accusare problemi di strabismo circa 4 anni fa. I dottori mi hanno sempre detto che lo strabismo è congenito è mi si è solo "manifestato" a 22 anni. Fatto sta che la situazione sta peggiorando notevolmente è i fastidi aumentano giornalmente. Quello che vorrei sapere io è se si può far qualcosa per arginare il problema. Guarire sarebbe meraviglioso ma ho poca speranza. Mi basterebbe non peggiorare ma ormai ho poca speranza anche in questo. Ho eseguito una visita ortottica da un professore a firenze due anni fa dove mi è stata diagnosticata uno strabismo verticale e mi sono state prescritte delle lenti prismatiche che ho adoperato per diversi mesi. Attualmente non posso utilizzarle perchè per un errato calcolo dell'acutezza visiva associato ad un reale e repentino abbassamento della vista in questi ultimi anni, questi occhiali risultano ora inutilizzabili in quanto non arrivo ad avere una visione ottimale. Il mio occhio destro è ambliope e ha un visus di 8/10. Il sinistro 10/10. Ovviamente entrambi con correzione dagli occhiali. Sono miope e ho un astigmatismo relativamente basso (0.50/1). Quando fisso un oggetto l'occhio ambliope tende a spostarsi verso destra. Questo effetto sta crescendo a dismisura e con lui il fastidio che ne concerne. Fortunatamente non vedo doppio a meno di pochi secondi che l'occhio si accomoda ma sento in me il peggiorardsi della situazione: tendo sempre più a piegare il capo per migliorare la visione e l'occhio mi si storce sempre più. Volevo arginare il problema in qualsiasi modo. Sono molto preoccupato siccome l'aggravarsi di questo problema si somma ad un recende abbassamento della qualità visiva generale anche con l'occhio sano. Ho problemi sopratutto con il bianco. Indosso delle lenti ipercorrette che nemmeno mi donano il visus che ricordo. Non è più solo un problema di correzione con occhiali. L'occhio destro partecipa sempre meno alla visione binoculare: è come se avessi un alone sulla destra: nulla è definito. Qualsiasi cosa guardo la guardo con la prospettiva dell'occhio sinistro. Mi rendo conto che la mia visione peggiora di giorno in giorno ma non so cosa devo fare. Prego chiunque possa di aiutarmi. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Diego Micochero
32% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Sicuramente si tratta di un caso delicato, per cui oltre a prescrivere le lenti correttive esatte ( ev. con il prisma dopo aver misurato esattamente l'angolo di deviazione ) sarebbe consigliabile, se non è stato già fatto,escludere cause esterne all'occhio che possano aggravare il quadro clinico.
Ovviamente il suo medico curante ed il collega specialista che la seguono , essendo a corrente della situazione, sapranno consigliarla adeguatamente.
Cordialmente