Utente 177XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 22 anni e volevo chiedere qualche informazione per l'intervento di allungamento del pene. la tecnica chirurgica la conosco; volevo sapere quali sono i rischi reali, qual'è l'inter diagnostico e terapeutico devo fare e a chi rivolgermi e quanto può costare questo tipo di intervento.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signoire,
i costi li copre il ssitema sanitario nalzionale, sul privato varia dai 200 ai 400 euro, o giù di li, i rischi sno nulli, la diagnosi basta una visita.
[#2] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
comunque è un intervento chirurgico, possono esserci complicanze nel post-operatorio, come problemi di erezione o sensibilità ridotta? molto altri medici dicono che ci possono esserci. A tutti viene eseguita la chirurgia in ospedale, o viene fatta solo a casi con consulto psicologico e con un nullaosta???
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Chiedo scusa avevo capito frenuloplastica. Ben altra storia la sua.
L' intervento va cobcordato fra psicologo o sessuologo bravo ed in gamba con andrologo bravo ed in gamba: il problema è la delusione post-chirurgica, è genete che non sempre "ne ha abbastanza". Poi si possono innescare pericolosi spirale come quella di michael jackson morto per i troppi interventi estetici. Per i prezzi allora aggiunga uno zero, almeno.
Le altre complicanze le discuterà col collega, quelle elencate sono le peggiori.
[#4] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
quindi questo tipo di intervento non è supportato dal sistema sanitario nazionale? devo solo se voglio farlo andare da un privato e pagare 4000€? Poi cosa intende per la delusione post-chirurgia e di non averne abbastanza?
grazie ancora
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Provo a spiegarglielo io.
La richiesta di un intervento così drastico ed invasivo, alla sua età, è spesso correlato ad un quadro di "dismorfofobia peniena", cioè una soggettiva percezione di avere dei genitali piccoli e non adeguati.
Qualunque risultato oggettivo, lei dovesse ottenere, non combacierà mai con le sue aspettative soggettive.
In ogni caso, prima del possibile e famigerato intervento, si procede con visita andrologica, valutazione psichiatrica e psico-sessuologica
Auguri.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non so quanto sia supportato, e dove, ma francamente, come in tutta la chirugia estetica, al vchirurgo serve una pazienza di giobbe. Personalmente, pur privato, ho smesso di praticarla. Segua il consiglio della dottoressa Randone.