Utente 179XXX
Gentili medici,
a mia madre,65 anni e in perfetta salute, è stato diagnosticato dopo un rx toracico e conseguente tac con contrasto lesioni secondarie nodulari multiple ad ambedue i polmoni. Di conseguenza sono iniziate le indagini per trovare il tumore primitivo, ma senza successo(ha eseguito una gastroscopia, visita ginecologica e pap test,mammografia e ecografia mammaria, visita dermatologica:tutto negativo;tac total body e pet total body hanno evidenziato il problema solo ai polmoni: esami del sangue perfetti, markers tumorali negativi).dopo aver cercato senza successo, ha eseguito una biopsia con tac guidata(ago aspirato)e il primo commento del patologo all'esame citologico è stato:"Brancoliamo nel buio".Sono dieci giorni che aspettiamo l'esito ma continuano a dirci che hanno bisogno di altro tempo per decifrare il tipo di tumore per risalire al primitivo. Tutto questo è iniziato circa un mese fa e capirà, adesso siamo disperati perchè vediamo volare i giorni senza avviarci ad una soluzione.la mia domanda è:C'e qualche altra cosa che possiamo fare e nel caso in cui non si riesca a risalire al primario, è possibile intervenire chirurgicamente sulle metastasi polmonari anche se multiple e bilaterali?
siamo disperati, dateci una risposta vi prego
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

prima di pensare ad un trattamento, per evitare di avere brutte sorprese, è necessario raggiungere una diagnosi.

Pur essendo vero, infatti, che le metastasi polmonari di alcuni tipi di tumore si possono avvalere di un trattamento chirurgico, questo tuttavia non è vero per altre tipologie di malattia, nelle quali un simile trattamento può risultare inefficace o addirittura controproducente/dannoso.

Considerate l'ipotesi di rivolgervi ad un centro specializzato nella cura di patologie oncologiche, magari anche in questa fase per ottenere la tipizzazione della malattia.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dott.
grazie per la tempestività nel rispondere.
proprio poche ore fa ho ricevuto il risultato dell'esame istologico che dice:positivo per cellule neoplastiche,Quadro citologico riferibile ad adenocarcinoma con aspetti papillari. lo studio immunocitochimico ha dato risultato positivo per citocheratina AE1/AE3 e negativo per TTF1 E sinaptofisina.
non si esclude un a primitività non polmonare della lesione.
Qual'è la strada da segiure ora?
grazie
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

consiglio vivamente una revisione dei vetrini presso un centro oncologico, quale quello dove lavoro.
Essendo sua madre suppongo non fumatrice e la malattia un adenocarcinoma, non è detto che un quadro immunoistochimico come quello descritto, anche con TTF1 negativo, significhi che non possa essere una malattia a partenza polmonare.

Cordiali saluti.