Utente 497XXX
Salve, all'inizio di settembre di quest'anno ho sbattuto accidentalmente le dita della mano senza farmi grossi problemi eccetto che una iperestensione dell'ultima falange del dito medio. Ho messo subito il ghiaccio che ho tenuto per non molto e ho cercato di tenere il dito a "riposo" per quanto mi era possibile.Dopo qualche giorno avvertivo nella flessione del dito medio un lieve dolore a livello sempre dell'utlima falange, ma nn gonfiore, nè versamento.Solo dopo circa tre settimane il dito era decisamente più gonfio, tanto da limitare in parte la flessione, dolente alla palpazione. Ho fatto un'eco a distanza di 1 mese dalla quale risulta:"A carico dell'IFD del III raggio della mano dx si apprezza la presenza di piccolo versamento liquido intrarticolare, sostenuto da bratta ossea di diametro pari a 1,4 mm circa per lesione osteocartilaginea."
attualmente a distanza di 2 mesi dall'evento continuo ad avere il dito gonfio e a livello dell'articolazione IF distale noto una piccola protuberanza leggermente arrossata e dolente alla palpazione. Mi chiedevo se è necessario un ulteriore indagine radiografica...o un consulto da specialisti....o se devo aspettare senza sforzarlo troppo, come mi è stato detto.
grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

dalle notizie che fornisce, sembrerebbe che l'unica suluzione sia il riposo funzionale (io aggiungerei la magneto-terapia).

Però bisognerebbe vedere nel dettaglio se la brattina ossea è in sede o se si è spostata (e se sì, di quanto).

Cordiali saluti.