Utente 180XXX
Sono un 58enna e soffro di una forma di impotenza dovuta a quasi totale mancanza di libido, ho cercato di curarmi rivolgendomi ad uno specialista nella cura di impotenza il quale dopo aver richiesto tutti gli accertamenti del caso mi ha deluso profondamente consigliandomi di assumere del Calis ( che nel mio caso funziona quasi sempre) mentre io pensavo di poter curare tale disfunzione.
Allora mi chiedo come è possibile dare false speranze a chi soffre il dramma di sentirsi diverso dalla normalità, non soffro di malattie particolari e godo di buona salute , vorrei sapere se possibile, esiste una
cura efficace che mi aiuti a guarire da questa disfunzione o devo rassegnarmi a convivere con questo problema?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
bisogna vedere quale è la causa del suo problema: arteriosa, psicologica, ormonale o metabolica o nervosa e quanto essa è reversibile con terapie ad hoc. Dì' altra parte almeno va.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,non ci trasmette nulla circa la diagnosi andrologica (quali esami ha eseguito etc.),ma Le ricordo che,per avere una DE non necessariamente bisogna essere affetti da una grave patologia organica.La assunzione di tadalafil non cura il disagio ma,in una strategia terapeutica integrata,a piu' ampio respiro,puo' essere di decisivo aiuto.Infine,mi domando,perche' sentirsi
diverso dagli altri,nel momento in cui,nel mondo,milioni di uomini assumono
gli inibitori della fosfodiesterasi 5...con buoni risultati,come i suoi.I diversi,mi consenta,sono i Pazienti che non rispondono a tale categoria di farmaci.
Cordialita'.